Z97I-DRONE da ECS: piccolina tutto pepe

ECS, o Elitegroup Computer System, è un’azienda taiwanese produttrice di schede madri. È nata nel 1987 a Taipei e ha oltre trent’anni di storia.

ECS_logo

ECS produce schede madri per tutti i settori: Entry-level, Mid-level e Enthusiast su tutti i chipset più venduti quali Intel Z87/97 e H87 per 1150 e X79 per 2011;  AMD 990FX per quanto riguarda AM3 e A78 per quanto riguarda FM2.

Oggi andiamo a vedere la nuova L337 Z97I-DRONE, scheda madre mini-itx con chipset Z97 e socket 1150 che cercherà di competere con le altre proposte mini-itx delle altre marche quali Asus, Gigabyte, MSI e molte altre.

ECS-L337-Gaming-Logo

La scheda fa parte di un programma chiamato L337, leggasi LEET, che deriva da ELITE. LEET viene usato come aggettivo e serve a descrivere una particolare bravura, specialmente nel campo del gaming online. Se si viene chiamati LEET, significa che le proprie skills superano quelle di quelli che stanno intorno.

La serie L337 presenta tre sezioni: Domination, Machine e Drone. Domination è la serie che presenta schede madri con componenti di altissima qualità, con le migliori features adatta a gamers professionali e quindi perfetta per l’overclock. Machine è la mid-tier, presenta buona espandibilità, nuove features e presenta componenti di alta qualità per garantire le massime performance, adatta per il gamer hardcore.

Arriviamo poi alla categoria Drone, che presenta schede madri con molte features e con componenti di alta qualità mantenendo comunque un prezzo basso. Adatta ai gamer estremi.

Overview:

Come detto precedentemente, la scheda che andiamo a vedere oggi fa parte della categoria Drone.

1 (Large)

Il fronte della scatola presenta il logo L337, il nome DRONE e alcune specifiche della scheda, come la presenza del socket 1150, del chipset Z97, della compatibilità con Windows 8 e della tecnologia Sound Blaster Cinema 2.

4 (Large)

Passando alla parte posteriore cominciamo già a vedere alcune delle caratteristiche della scheda madre. In ordine da sinistra: Hybrid Digital PWM, Dual Advanced MOSFET, Icy Chokes, Exlusive Heatsink Design e Superior Japanese Caps.

Estraendo la scatola dalla custodia troviamo un box in cartone nero contenente la scheda madre e i relativi accessori:

5 (Large)

Gli accessori previsti per questa scheda madre sono: quattro cavi SATA III dritti, l’I/O shield, il manuale e un disco driver. Il bundle è ridotto all’essenziale, è scarno rispetto alle schede di fascia più alta ma si deve considerare che si parla di una scheda da meno di 100€…

Il disco contiene al suo interno anche alcuni softwares: Cyberlink Media Suite, Norton Anti Virus, Muzee, Sound Blaster Cinema2 e una suite MAGIX.

 

La scheda:

Diamo un primo sguardo alla scheda madre:

8 (Large)

Andiamo ad esplorare meglio le caratteristiche che abbiamo accennato poco sopra:

Hybrid Digital PWM, le fasi sono gestite da un chip Intersil che garantisce la massima qualità dall’onda PWM. Dual Advanced Mosfet garantisce il 90% di efficienza nell’alimentazione CPU. Icy Chokes permettono una stabilità del 150% e offrono una resistenza alle temperature più alta di 50° rispetto ai classici induttori in ferrite. Troviamo poi un dissipatore con design esclusivo che presenta il logo L337. Ultimi troviamo Superior Japanese Caps, tutti i condensatori della scheda madre sono condensatori allo stato solido e sono marchiati Nichicon, azienda leader nel settore da oltre trent’anni. Questi condensatori permettono una grande stabilità e sono realizzati per poter durare molto di più rispetto ai tradizionali condensatori elettrolitici.

Troviamo poi un chipset Intel I218-V che garantisce la presenza della LAN Gigabit, consumando poca energia ma garantendo la più bassa latenza possibile. Presente sulla scheda uno slot M.2, o NGFF, per schede WiFi o Bluetooth. Non è possibile installare SSD con slot M.2, oltre che per le dimensioni contenute, perché è stato disabilitato nel BIOS.

Tecnologia nuova presente in questa scheda madre è la Low-to-full USB Speed. Permette, tramite un circuito esterno, un’ottimizzazione delle porte USB dove sono collegate tastiera e mouse, portando il polling rate da 125Hz a 1000Hz, garantendo la migliore esperienza di gaming possibile, specialmente con i giochi FPS.

Ultima ma non ultima la caratteristica tecnologia SoundBlaster Cinema 2, permette alla scheda audio integrata di immergervi nell’esperienza. Inoltre, grazie a Surround, Crystallizer, Bass, Dialog Plus e Smart Volume, è possibile raggiungere la qualità sonora di un film standosene comodamente seduti davanti al proprio computer.

9 (Large)

Nella parte posteriore troviamo alcune serigrafie che riportano le caratteristiche tecniche della scheda madre che abbiamo già visto.

12 (Large)

Vicino al dissipatore del chipset troviamo le porte SATAIII, 5 presenti su questa scheda. È possibile effettuare RAID di tipo 0, 1, 5 e 10. Vicino alle porte SATA troviamo il connettore per il pannello frontale, più a sinistra, l’header per 2 porte USB 2.0 e ultimo a sinistra troviamo l’header per le porte USB 3.0. Ultimo a sinistra il connettore 24 pin per l’alimentazione generale.

11 (Large)

Passando al pannello posteriore:

10 (Large)

Troviamo 4 porte USB 2.0 complete di tecnologia proprietaria ECS che permette di aumentare il polling rate fino a 1000hz, una porta DVI-I, una porta DisplayPort, una HDMI, 4 porte USB 3.0, una porta Gigabit ethernet garantita dal chipset Intel integrato e le uscite/entrate del codec audio Realtek ALC1150, completo di porta ottica TOSLINK.

Con i connettori DVI+DisplayPort+HDMI è possibile creare un setup multi monitor, grazie anche alle iGPU contenute nei nuovi processori Haswell/Haswell Refresh, che presentano maggiori performance rispetto alle iGPU integrate nei processori delle precedenti serie.

13 (Large)

La scheda presenta due slot per RAM DDR3, con capacità massima pari a 16GB. La frequenza delle RAM può essere impostata tramite i profili XMP per ottenere le massime prestazioni con la massima stabilità, ma si può arrivare a oltre 3000 MHz in overclock. Presente poi uno slot PCI Express Gen3 x16, adatto ad alloggiare schede video di ultima generazione.

UEFI:

Passiamo ad osservare alcune pagine dell’UEFI BIOS, a cui si accede premendo F2 o DEL. La prima pagina è accogliente e presenta le informazioni in modo semplice ma efficace. Al centro troviamo le temperature principali, CPU e sistema. A lato troviamo tensioni di CPU e RAM e più a sinistra le velocità delle ventole.

All’estrema sinistra troviamo un selettore da cui si può scegliere tra due preset: Normal e Performance. Questi preset vanno ad agire sui profili di ventole e overclock al fine di garantire un’esperienza di gaming il più immersiva possibile.

In basso possiamo decidere la priorità di BOOT dei vari drives installati nel PC.

IMG_20141007_204713

Se clicchiamo sul pulsante Advanced passiamo alla parte avanzata dell’UEFI.

20141007_204914_BKT_3Nella parte alta troviamo le diverse schermate:

  • Main dove possiamo modificare data e ora,
  • Advanced dove ci sono le impostazioni delle features incluse con la scheda madre come le USB, SATA, Rapid Start, Ethernet, Power Management, ACPI e alcune impostazioni sulla CPU. Abbiamo inoltre un collegamento al PC Health Status dove troviamo alcune statistiche come temperature, tensioni e velocità delle ventole.

20141007_205056

  • Su Chipset troviamo impostazioni sui vari chip integrati nella mobo.
  • Passiamo a M.I.B. X, ovvero il menu di overclock di CPU e RAM:

20141007_205209

  • Per quanto riguarda la CPU, è possibile modificare molte impostazioni, tra cui una delle più rilevanti, permette di scegliere il numero dei core attivi, in modo da escluderne uno o più, cosa fondamentale per ricercare la massima frequenza della propria CPU o per l’uso nei bench 2D.
  • Se passiamo alla gestione delle memorie abbiamo la possibilità di modificare tutti i numerosissimi parametri, timing e subtimings in modo da permettere al più esigente overclocker di spremere al massimo il proprio kit di RAM per poter ottenere le prestazioni migliori:

20141007_205231

20141007_205247

Il controllo delle varie tensioni è contenuto in una scheda apposita, qui abbiamo la possibilità di modificare con una precisione al milliVolt, tutte le tensioni necessarie a garantirci la stabilità massima durante le sessioni di gaming intenso.

20141007_205306

Conclusioni:

La scheda, nonostante le sue dimensioni, è ben fornita di features high end, come le fasi adatte all’overclock, la presenza di uno slot M.2 e la capacità di ottenere dalle RAM frequenze molto elevate. Tutto frutto del nuovo chipset Z97 presente su questa scheda. Il BIOS presenta molte opzioni che potranno tornare utili qualora si voglia effettuare un overclock stabile che possa garantire le lunghe sedute di gaming a cui è votata questa scheda. ECS ha fatto un buon lavoro con questa scheda, forse poteva essere migliorato il layout del socket 1150, mettendolo un po più centrato. Per il resto è una scheda che darà del filo da torcere alle altre schede dei competitors.

ECS è un marchio che negli anni è diventato sinonimo di stabilità e qualità. La Z97I Drone esce oggi, in concomitanza con questa recensione. Sarà disponibile sugli scaffali intorno alla fine di questo mese. Il prezzo non si conosce ancora ma dovrebbe essere sotto i 90€.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *