Windows 7 e 8 riceveranno l’update automatico a Windows 10
5 febbraio 2015
Avvistati primi benchmark in DX12
9 febbraio 2015

MSI Z97 Gaming 9 AC: il diavolo veste rosso

Micro Star International, conosciuta con la sigla MSI, è un’azienda con sede a Taipei in Taiwan, nata nel 1986. Producono schede madri, schede video, barebones, All-In-One, notebooks e componenti server grade. Nella recensione di quest’oggi, vi presentiamo una delle schede madri top di gamma che l’azienda produce, la Z97 Gaming 9 AC.

Msi_logoz

La Z97 Gaming 9 AC fa parte del brand Gaming, posizionato a metà fra mainstream e overclock-focused, gli altri due brand, così caratterizzati: il primo presenta schede madri economiche ma con tutte le funzionalità essenziali, ed il secondo denominato MPower, con schede madri overclock-focused, che quindi prevedono componenti garantiti per lavorare sotto grandi sforzi, come potrebbe capitare durante una sessione di overclock estremo.
Il brand Gaming, di conseguenza, prevede caratteristiche aggiunte che tornano utili al videogiocatore, come il controller LAN Killer, il reparto audio potenziato con amplificatori per le cuffie ecc.

Overview:

Cominciamo subito a presentare scheda in questione.

DSC_3187 (Large)

Partiamo dalla scatola: risaltano subito i tratti distintivi del brand Gaming, il classico dragone bianco, il logo Gaming Series e gli accenti rossi, presenti con una striscia nella parte bassa della scatola e nel nome. Ci vengono subito presentate alcune delle caratteristiche della scheda come l’Xtreme Audio DAC, Audio Boost 2, Killer E2200 e il supporto a CPU Intel con socket 1150.

DSC_3188 (Large)Nella parte posteriore del box troviamo quattro riquadri:

  • SPEED, presenti onboard tasti power, reset e OC Genie, oltre che ad un header V-Check per il controllo delle tensioni, atti a migliorare e facilitare l’overclock.
  • SOUND, affiancato al chip Realtek troviamo un DAC ad alta fedeltà ed un amplificatore per le cuffie.
  • STABILIY, presenza di 12 fasi per la CPU e 2 per le RAM, garantendo così la massima stabilità sotto overclock e nelle lunghe sessioni di gioco.
  • STREAMING, la scheda presenta in bundle una licenza di XSplit Gamecaster valida per 6 mesi, per poter streammare le proprie partite nel web senza problemi

Passiamo alle caratteristiche tecniche della scheda:

  • Socket 1150 per processori Intel di quarta e quinta generazione (Celeron, Pentium e Intel Core i3/i5/i7);
  • Chipset Intel Z97 Express;
  • Supporto a massimo 32GB di RAM DDR3 dual channel con frequenze fino a 3200 MHz in overclock;
  • Gestione LAN affidata al chip Killer E2205;
  • Il chip Realtek ALC1150 garantisce l’audio a 7.1 canali;
  • Presenti tre slot PCI Express X16 che permettono fino ad un Quad-SLI o Quad-Crossfire;
  • La gestione del WiFi/Bluetooth è garantita dal chip Intel, supporto a WiFi 802.11a/b/g/n/ac, supporto ad Intel Wireless Display (WiDi) e Bluetooth 4.0, 3.0, 2.1;
  • Per lo storage la scheda prevede 8 porte SATA III gestite dal chipset Intel con supporto al RAID, 2 porte SATA III garantite dal chip ASMEDIA ASM1061, 4 porte USB 2.0 e 12 porte USB 3.0;
  • Presenti inoltre 3 slot PCI Express X1 ed uno slot M.2 per poter installare SSD;

Andiamo a vedere la dotazione degli accessori:

DSC_3193 (Large)

Aprendo il box ci troviamo davanti ad una dotazione degna di nota, è presente veramente di tutto! Cominciamo con i cavi SATA: troviamo infatti 3 cavi SATA III angolari e 3 cavi SATA III dritti, per un totale di 6 cavi SATA III. Proseguendo troviamo l’I/O shield, il bridge SLI, la scheda WiFi Dual Band/Bluetooth Intel con chip 7260, un bracket posteriore con due porte ESATA ed una molex, un adattatore da molex a 2 SATA e un cavo ESATA. Troviamo poi le due antenne per la scheda di rete, un piccolo connettore per poter attaccare più facilmente i pulsanti di accensione/reset e LED, una serie di connettori V-Check da inserire negli appositi header sulla scheda madre per poterne controllare le tensioni ed infine, un adattatore molex per poter alimentare, separatamente dalla scheda madre, la scheda audio.

Passiamo quindi a vedere la scheda in questione:

DSC_3201 (Large)

La scheda presenta un PCB dalla colorazione nero opaca e dallo spessore notevole, circa 3mm, che provvede a dare forza al PCB, garantendo che non si pieghi neanche sotto i dissipatori ad aria più pesanti. Le porte I/O posteriori sono protette da un piccolo shield in metallo pressato che presenta la scritta GAMING 9.

Il connettore a 8 pin per l’alimentazione ausiliaria della CPU è posizionato in alto a sinistra, nella posizione ideale per il cable management. La scheda presenta condensatori allo stato solido per poter garantire la massima stabilità durante le lunghe sessioni di gioco e per la durata nel tempo.

Appena tiriamo fuori la scheda, notiamo subito un layout pulito e ben disposto. Al centro, il socket Intel 1150 è attornato dalle 12 fasi dissipate da un cooler nero con accenti rossi e recante il logo del dragone MSI sui lati.
Un imponente piastra dissipante, con raffigurato lo stemma Gaming ed il logo MSI, è collocata al di sopra del chipset Z97.
Nascosto dalle porte SATA un debug LCD ci aiuterà nel troubleshooting.
Nei pressi del connettore 24 pin di alimentazione, vi sono due connettori USB 3.0 interni, uno verticale ed uno orizzontale , quest’ultimo è preferibile da utilizzare per mantenere un discreto ordine all’interno del proprio case.
Nella parte inferiore, vicino ai connettori per il pannello frontale troviamo inoltre uno switch, che consente di commutare tra i due BIOS presenti a bordo della scheda.

Sono presenti 5 connettori per le ventole, tutti di tipo PWM, ovvero il BIOS può controllare tutte le ventole e può regolarle in base alle varie temperature.

In mezzo agli slot PCI Express troviamo lo slot M.2 che alloggia SSD fino a 110mm. Nella parte bassa troviamo lo shielding EMI che diminuisce le interferenze nella parte destinata al reparto audio della scheda madre.

DSC_3202 (Large)

Anche il posteriore è pulito e presenta qualche componente SMD. Nella parte bassa, quella relativa alla scheda madre, sono presenti alcuni LED SMD, che si illuminano di rosso quando la scheda è accesa.

DSC_3222 (Large)

Andando ad analizzare le porte posteriori troviamo, partendo da sinistra, una porta PS/2 per tastiere, due porte USB 2.0 chiamate Gaming Device Port, con connettori placcati oro per garantire l’high polling delle periferiche da gaming, i due connettori delle antenne, 8 porte USB 3.0, la porta Ethernet garantita dal chip Killer E2200 con colorazione rossa, uscite video per la grafica integrata HDMI e DisplayPort, uscita audio S/PDIF e i jack placcati oro per l’audio 7.1. Troviamo inoltre un pulsante per il reset delle impostazioni del BIOS.

Galleria:

[av_gallery ids=’821,823,824,825,826,827,828,830,836,835,815,814′ style=’thumbnails’ preview_size=’portfolio’ crop_big_preview_thumbnail=’avia-gallery-big-crop-thumb’ thumb_size=’portfolio’ columns=’5′ imagelink=’lightbox’ lazyload=’deactivate_avia_lazyload’]

Approfondimento:

Andiamo ad approfondire la scelta che ha fatto MSI nella parte dedicata all’audio sulla Z97 Gaming 9 AC, chiamato Xtreme Audio DAC.

DSC_3205 (Large)

Hanno deciso di dotare il comparto audio con uno shield contro i disturbi da interferenze elettromagnetiche (EMI). Tutte le componenti hardware del computer e l’alimentatore stesso, essendo alimentate dalla corrente, producono delle microinterferenze elettromagnetiche. Molto spesso queste interferenze sono captate dai componenti elettronici della parte audio, producendo dei fruscii. Una parte di questi fruscii può anche essere causata dall’alimentazione, che deve passare per tutta la scheda, dal connettore 24 pin. Per evitare questo e garantire il massimo livello di fedeltà sonora, MSI ha deciso di potenziare il sistema audio della Z97 Gaming 9 AC, oltre ad equipaggiarlo con lo shield EMI ed un connettore diretto per l’alimentazione. Grazie ad uno switch l’utente può selezionare la via di alimentazione della scheda audio, come fosse una componente dedicata , quindi tramite il connettore molex o come se fosse integrata e quindi tramite 24 pin.

DSC_3224 (Large)

Smontato lo shield ci troviamo subito di fronte ad una distesa di condensatori di alta qualità e votati all’audio, tra cui alcuni condensatori prodotti dalla WIMA, azienda leader nelle componenti per audiofili, accoppiati con condensatori Nichicon Acoustic Series.
Per la gestione dell’audio il chip Realtek ALC1150 è affiancato da un Cirrus Logic CM6631A, con sampling rate massimo pari a 192kHZ e profondità massima a 32bit sia in riproduzione che in registrazione e da un Cirrus Logc CS5346.
Onboard è presente anche un relè audio-grade relegato allo switching dei canali all’accensione del pc, evitando il pop nelle casse.

DSC_3225 (Large)

DSC_3227 (Large)

DSC_3228 (Large)

L’ascolto in cuffie fino a 600ohm di impedenza è garantito due op-amp Texas Instruments OPA1652 insieme ad un amplificatore Texas Instruments TPA6120A2. Il DAC in questo caso è un Wolfson WM8741.

Passiamo ora a vedere e ad approfondire alcuni aspetti del BIOS:

MSI_SnapShot

Appena entriamo nel BIOS UEFI, premendo il tasto DEL o F2, subito ci accoglie un’interfaccia semplice e pulita contornata dal tema che abbiamo visto lungo tutta la recensione.

Nella fascia superiore è presente il monitor delle temperature di CPU e scheda madre, oltre ad un breve sommario delle loro caratteristiche tecniche. Al di sotto troviamo un “easy-tool”, tramite il quale si stabiliscono le priorità di Boot delle periferiche, mediante il trascinamento delle loro icone.

MSI_SnapShot_01

MSI_SnapShot_02

MSI_SnapShot_04

Passando al pannello OC, possiamo proseguire in due modi, Simple o Advanced. Con il primo avremo meno variabili e opzioni da poter settare, che vengono modificate in automatico dalla scheda madre in base alle necessità della CPU. Questa parte è chiamata anche OC Genie, dove è la scheda madre e l’UEFI a creare un profilo di overclock alla CPU, che è si efficace ma molto spesso prevede tensioni maggiori sulle componenti per garantire la massima stabilità.

MSI_SnapShot_05

MSI_SnapShot_06

Se mettiamo invece Advanced abbiamo la possibilità di modificare più parametri:

MSI_SnapShot_07

MSI_SnapShot_08

MSI_SnapShot_09

MSI_SnapShot_10

MSI_SnapShot_11

MSI_SnapShot_12

La schermata successiva è quella riservata al flash del BIOS. Sulla scheda sono montati due chip BIOS, qualora uno dovesse corrompersi durante overclock o durante un aggiornamento, è possibile, con il solo cambio di posizione di uno switch, passare all’altro BIOS e avviare l’operazione di ripristino del primo corrotto.

MSI_SnapShot_13

La scheda prevede inoltre la possibilità, per facilitare e velocizzare le operazioni di overclock, di salvare profili con le proprie impostazioni. È possibile inoltre salvare o caricare profili su/da memorie USB.

MSI_SnapShot_14

MSI_SnapShot_15

Una schermata chiamata Hardware Monitor, raggruppa tutte le informazioni riguardanti le temperature delle varie componenti e le velocità delle ventole collegate ai 5 connettori PWM presenti sulla scheda. Qui è possibile realizzare profili personalizzati di gestione della rampa di accelerazione delle ventole in caso di surriscaldamento. In basso vengono mostrate anche le varie tensioni per CPU, iGPU e Memorie, oltre a quelle delle varie rail dell’alimentatore.

MSI_SnapShot_16

Un’altra funziona molto carina, chiamata Board Explorer, è presente su questo UEFI. Ci presenta una foto interattiva della scheda madre. Interattiva in che senso? È possibile, passando sopra con il mouse, avere informazioni riguardo ciò che è installato nei vari slot e permette anche ai neofiti di imparare a cosa corrispondono certi connettori. Nel caso di ventole, processore e RAM, indica per le prime i giri di funzionamento, mentre per CPU indica la velocità e la temperatura oltre che le tensioni e per le RAM indica la tensione applicata.

Conclusioni:

L’ammiraglia di casa MSI, la Z97 Gaming 9 AC si presenta con tutte le carte in regola per salire sul podio delle schede top di gamma chipset Z97. Le feature di alta qualità non mancano, la LAN Killer E2205 è un’aggiunta che farà contenti i videogiocatori di FPS, che vedranno nella maggior ottimizzazione software dei driver, una diminuzione del ping che gioverà negli scontri più assetati. Il reparto audio Xtreme Audio DAC è di alta qualità e presenta componenti HiFi grade che rendono l’ascolto in cuffia molto pulito e potente e l’ascolto con diffusori privo di fruscii di sorta, che immergono e rendono più realistico, quindi meno digitale, il suono. Buona anche per fare overclock con features che facilitano il lavoro dell’overclocker, assicurandolo che la CPU sia stabile in qualsiasi momento grazie alle 12 fasi, facilitando il lavoro di throubleshooting grazie al Debug LCD installato e permettendo una lettura esterna delle tensioni della scheda grazie ai V-Check points. Lo slot M.2 per SSD rimpiazza la mancanza di porte Sata Express, presenti su altre schede Z97 di altri brand.

La scheda complessivamente è molto buona, e nella fascia di prezzo in cui è collocata, al momento circa 290€ su Amazon.it, è un best-buy per le features che presenta.

Lo staff di HwOverdrive assegna alla MSI Z97 Gaming 9 AC il Golden Award:

gold

Giacomo Rossi
Giacomo Rossi
Ciao, sono Giacomo Rossi e sono uno studente. La passione è nata a soli 3 anni, quando mio padre comprò il primo PC. Allora internet era off-limits per me e mi limitavo alle semplici cose. Pian piano crescendo, è aumentata la voglia di imparare ed ora sono qui ad amministrare questo sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi