Snapdragon 660 e 630, nuovi SoC per alzare il livello della fascia media da Qualcomm

Durante la giornata odierna Qualcomm Technologies ha annunciato due nuovi SoC per il mondo mobile, vale a dire il Qualcomm Snapdragon 660 ed lo Snpadragon 630, entrambi progettati per offrire un notevole salto prestazionale nell’ambito della fotografia e del gaming estremo, in combinazione con un miglioramento dell’efficienza e della velocità di connessione con la rete LTE.

“Con l’introduzione delle piattaforme mobile Snpadragon 660 e 630, siamo entusiasti che caratteristiche come l’incremento della qualità fotografica e della velocità dell’LTE sarà disponibile su una vastissima gamma di dispositivi senza sacrificare le prestazioni o la qualità” dichiara Kedar Kondap, vicepresidente e product management di Qualcomm Technologies. “Questo assicura che un numero ancora maggiore di consumatori potrà avere accesso ad esperienze d’uso migliori con fotocamera, riproduzione audio, connettività, prestazioni CPU e GPU, carica rapida, sicurezza e machine learning.”

Snapdragon 660 vs Snapdragon 630

Lo Snapdragon 660 rappresenta l’evoluzione dello Snapdragon 653.

I miglioramenti degli Snapdragon 660 e 630 sono concentrati in 7 differenti categoria: Fotocamera, qualità audio/video, connettività, sicurezza, machine learning, Qualcomm QuickCharge 4 e prestazioni CPU e GPU migliorate.

Partendo dalle prestazioni CPU e GPU, lo Snapdragon 660 si presenta come il successore dello Snapdragon 653 e secondo l’azienda offre fino al 20% delle prestazioni in più grazie alla CPU Kryo 260 e fino al 30% di prestazioni in più sul fronte grafico grazie alla GPU Adreno 512. Lo Snapdragon 630 si presenta invece come il successore dello Snapdragon 625 (di cui abbiamo potuto testarne le potenzialità) ed offre fino al 30% di prestazioni in più sul fronte grafico grazie alla GPU Adreno 508 ed un incremento fino al10 % sul fronte CPU. Entrambi i SoC sono progettati per offrire una vita della batteria più lunga.

L’ISP occuperà di gestire la fotocamera sarà il Qualcomm Spectra 160, che supporta una maggiore qualità fotografica per dei colori della pelle più naturali, una migliore qualità nel caso di luce bassa ed inoltre una migliore efficienza energetica e gestione di smartphone dual camera. Sono inoltre supportate caratteristiche come lo zoom ottico, l’effetto bokeh, l’autofocus dual pixel ed una migliore stabilizzazione dell’immagine.

La sicurezza è affidata alla tecnologia Qualcomm Mobile Security, che fornisce protezione basata sull’hardware  per l’autenticazione dell’utente.

I produttori di smartphone potranno migliorare l’esperienza d’uso dei propri utenti grazie al nuovo Snapdragon Neural Processing Engine disponibile in versione SDK, un software che faciliterà il compito di costruire reti neurali sui nuovi SoC Snapdragon.

Il Qualcomm Hexagon 680 DSP insieme alle estensioni vettoriali dello Snapdragon 660 garantiscono alte prestazioni ed alta efficienza nell’editing delle immagini, e nel processamento dei video.

Snapdragon 660 e 630 per la fascia medio alta.

Insieme allo Snapdragon 660, lo Snapdragon 630 rappresenta la nuova proposta da parte di Qualcomm per la fascia medio alta.

È inoltre presente il nuovo protocollo per la ricarica rapida, vale a dire il Qualcomm Quick Charge 4, che permette di ricaricare la propria batteria fino al 50% della carica totale in soli 15 minuti (anche se non è chiara la capacità della batteria).

Le novità maggiori sono tuttavia sul fronte dell’autonomia, infatti entrambi i SoC sono dotati di un modem LTE X12, ce permette una velocità di picco in download fino a 600 Mbps, il chip dedicato al WiFi è in configurazione MU-MIMO 2×2 con supporto al protocollo 802.11 ac. Non manca il supporto a Bluetooth 5 ed ai nuovi sistemi satellitari Galileo e QZSS.

Passando alle caratteristiche tecniche, lo Snapdragon 660 è dotato di 8 core Kryo 260, quattro con frequenza limitata a 1,8 GHz per il risparmio energetico e altri quattro con frequenza limitata a 2,2 GHz per le alte prestazioni. L’ISP di entrambi i SoC è in grado di gestire fotocamere singole fino a 24 MP, oppure due sensori da 16 MP. Presente il supporto per la decodifica di video in H.264 e H.265, mentre è possibile catturare flussi video fino a 120 fps in FullHD e a 30 fps in 4K. La massima risoluzione supportata per il display esterno è invece il 4K, mentre la memoria RAM supportata è pari a 8 GB in configurazione dual channel 1866 MHz, mentre per il modello minore la frequenza scende a 1333 MHz.