Simbolo Radeon RX Vega

Radeon RX Vega, ecco tutte le novità di AMD per la fascia alta

Circa un anno fa AMD presentava l’architettura Polaris, incarnata poi dalle schede Radeon RX 460, 470 e 480. AMD scelse volontariamente di presentare prima le schede per la fascia media, che smuovono grandi quantità di volumi. Dopo un anno ( che ha visto anche il debutto di Polaris refresh con RX 560, 570 e 580) di attese e ritardi AMD ha presentato ufficialmente le Radeon RX Vega.

La nuova lineup di schede video, stavolta pensate per la fascia alta del mercato si compone di tre differenti Radeon RX Vega: RX Vega 64 Cooled Edition, Radeon RX 64 ad aria e la RX Vega 56. Come lasciano intendere i nomi, le prime due sono dotate di 64 Compute Units, mentre l’ultima è dotata di 56 Compure Units. La differenza tra la Cooled Edition e la versione ad aria sta nel fatto che la prima è dotata di un raffreddamento a liquido fornito in bundle, mentre la seconda è dotata di un normale dissipatore ad aria, un po’ come avvenne con le Radeon Fury.

Radeon RX Vega 64

I tre modelli di Radeon RX Vega 64 che sono stati presentati, la versione Limited Edition sembra avere le stesse frequenze della versione con raffreddamento ad aria.

“Il gaming di tipo enthusiast è dato da alte risoluzioni ed un framerate di 60 fps senza effetti di tearing, qualcosa che approssimativamente soltanto 600.000 gamers possono ottenere oggi. Tuttavia ci sono 4 milioni di gamers che aspirano ad ottenere la stessa esperienza di gaming estremo senza avere il conto in rosso, e con le Radeon RX Vega stiamo lavorando per offrire loro questa esperienza. La combinazione di una scheda Radeon RX Vega, un display FreeSync, una CPU Ryzen ed una motherboard è tutto ciò di cui un gamer ha bisogno per avere la migliore esperienza di gaming possibile, e con i nostri Radeon Pack, li stiamo offrendo ad un ottimo prezzo. Le nuove caratteristiche dell’architettura Vega, come l’High Bandwith Cache Controller,  il Rapid Packed Math, le Compute units di nuova generazione e una ridefinizione del Geometry Engine, assicureranno ai gamers di ottenere ancora di più dal loro investimento, man mano che i nuovi giochi cominceranno a sfruttarle nei mesi a venire.” Ha dichiarato Raja Koduri, vice presidente senior e capoarchitetto del Radeon Technologies Group di AMD

RX Vega: uno sguardo alle novità

Le nuove GPU di casa AMD sono basate su una nuova architettura, che porta in dote diverse nuove caratteristiche, definite dalla stessa AMD pionieristiche nell’ambito delle schede video.  L’High Bandwith Cache Controller,  il Rapid Packed Math ed i nuovi motori Pixel e Geometrici aiuteranno, insieme alle API di basso livello come DirectX 12 e Vulkan,  a fornire agli sviluppatori maggiore flessibilità nella progettazione degli universi di gioco.

L’architettura Vega crea una nuova gerarchia nel campo delle memorie per GPU, a causa di un nuovo tipo di approccio alle memorie, basato su un alto cache bandwidth e sul suo controller. La tecnologia alla base della nuova cache affonda le sue radici nella tecnologia HBM2, e consente di trasferire diversi terabyte di dati ogni secondo, offrendo un bandwidth per pin doppio rispetto alla precedente generazione di memorie HBM. La memoria HBM2 inoltre consente di avere una capacità maggiore, con meno della metà dello spazio di una memoria GDDR5. L’architettura Vega è ottimizzata per gestire enormi flussi di dati e può lavorare con con diversi tipi di memorie fino a 512 TB di spazio virtuale.

Geometry pipeline di nuova generazione: i frame delle applicazioni moderne (dai giochi a programmi professionali) sono dotati di migliaia di milioni di poligoni con maglie così fitte che spesso sono presenti diversi poligoni per ogni singolo pixel. Le nuove pipeline delle RX Vega consentono al programmatore di ottenere maggiore efficienza nell’elaborazione di geometrie così complesse, offrendo tuttavia oltre il 200% in più di di throughoutput per clock in più rispetto alla precedente architettura Radeon.

Compute engine di nuova generazione:  Alla base dell’architettura Vega è presente una nuova generazione di compute engine, costruita su compute units flessibili che possono processare nativamente operazioni a 8, 16 32 o 64 bit in ogni ciclo di clock. Queste compute units sono ottimizzate per raggiungere frequenze significativamente più alte rispetto alla precedente generazione, mentre il loro supporto tipi di dati variabili rende l’architettura altamente versatile.

Pixel engine avanzato: il pixel engine di Vega impiega un Draw Streaming Binning Raserizer progettato per migliorare le prestazioni ed incrementare l’efficienza energetica. Inoltre consente, attraverso un chip di selezione presente nella cache, di attivare la procedura “fetch once, shade once” ovvero di fare una preselezione dei pixel che non saranno visibili nella scena finale.

Radeon RX Vega

Ecco come si presenta una Radeon RX Vega

Inoltre le schede video RX Vega offrono supporto a display a 10-bit, HDMI 4K60 e DisplayPort 1.4 permettendo così di ottenere la migliore esperienza di gioco anche con monitor ad alto refresh rate.

Dulcis in fundo anche le nuove schede sono dotate di Radeon Software,  che include tra le varie utility Radeon WattMan  che ora consente l’underclock delle memorie, una migliore gestione dei p-state per migliorare il risparmio energetico e supporta l’overclock automatico. Le altri utility presenti nel pacchetto Radeon Software sono Radeon ReLive per registrare, e condividere/trasmettere  le proprie sessioni di gioco in alta qualità, grazie ad un bitrate di 100mbps, e AMD LiquidVR 360, il plugin per vedere in Playback i video VR. Il plugin è la prima soluzione a supportare l’accelerazione GPU end-to-end per video VR HEVC 4k x 4K.

Passando alle caratteristiche tecniche, la RX Vega 56 è dotata di 56 compute units e quindi di 3584 stream processors ad una frequenza base di 1156 MHz, che può salire fino a 1471 MHz, il quantitativo di memoria High Bandiwidth Cache è pari ad 8 GB ed ha un bandwidth di 410 GB/s per una potenza complessiva di 10,5 TFlops. Il TDP invece è pari a 210 W obbligando la scheda ad essere dotata di un connettore ad 8 pin ed un connettore a 6 pin.

Le versioni superiori con 64 Compute Units, sono dotate entrambe di 4096 stream processors e 8 GB di memoria video ed entrambe hanno un memory bandwidth di 484 GB/s. Per quanto riguarda le frequenze, la versione ad aria ha un frequenza base di 1247 MHz e boost di 1546 MHz per una potenza complessiva di 12,66 TFlops ed un TDP di 295 W, mentre la versione dotata di raffreddamento a liquido parte da 1406 MHz e arriva a 1677 MHz, sprigionando una potenza di 13,7 TFlops ed assorbendo 345 W.             

Radeon Packs: sconti per chi sceglie Ryzen e FreeSync

Prezzi Radeon RX Vega

Un riassunto di come verranno commercializzate le schede RX Vega

AMD offrirà per un periodo di tempo limitato ed in alcune regione dei pacchetti denominati Radeon Pack. I Radeon Pack sono dei pacchetti che dopo l’acquisto di una scheda video RX Vega, permettono l’acquisto di un processore AMD Ryzen ed un monitor Samsung a prezzi scontati. I pacchetti sono tre e costano rispettivamente 499, 599 e 699 $ a seconda della scheda scelta.

Tutti i pacchetti prevedono 200$ di sconto sul monitor Samsung CF791 da 34″ con schermo curvo e FreeSync e 100$ di sconto su un processore Ryzen 7 1800X selezionato abbinato ad una scheda madre con chipset X370. I pacchetti sono così divisi:

  • Radeon Red Pack – Con la Radeon RX Vega 56  raffreddata ad aria al costo di $499 SEP.
  • Radeon Black Pack – Con la Radeon RX Vega 64 raffreddata ad aria al costo di $599 SEP.
  • Radeon Aqua Pack – Con la  Radeon RX Vega 64 Liquid Cooled Edition al prezzo di $699 SEP.

Un’offerta davvero interessante, per chi avesse intenzione di aggiornare il proprio PC. Per chi invece è in attesa solo di cambiare la VGA, AMD propone la Radeon RX Vega 56 ad un prezzo di 400$, la RX Vega 64 ad aria ad un prezzo di 499$.

Tutti i prezzi sono da intendersi tasse escluse. Le nuove schede da parte di AMD verranno commercializzate ufficialmente il 14 Agosto.