Intel Coffee Lake al debutto
Intel Coffee Lake al debutto: specifiche e record di overclock
6 ottobre 2017
Archos Diamond Omega al debutto
Diamond Omega: smartphone top di gamma da Archos
13 ottobre 2017

Overclock CPU Intel: dal socket 775 a Kaby Lake

Overclock CPU Intel

L'overclock CPU Intel è una pratica che è molto variata nel corso degli ultimi anni, in questo articolo abbiamo cercato di raccogliere le differenze e perché no, fornire anche una piccola guida all'overclock.

Introduzione e overclock CPU Intel LGA 775

L’overclock è una pratica che gli utenti effettuano sui propri componenti da moltissimo tempo, al fine di ottenere maggiori prestazioni. In questo articolo ci occuperemo di descrivere e analizzare l’evoluzione dell’overclock delle CPU Intel da 10 anni a questa parte.

La prima piattaforma che andremo ad analizzare è senza dubbio il socket 775, probabilmente l’ultima piattaforma davvero longeva della storia recente delle CPU Intel.

Il socket 775 ha debuttato nel lontano 2004 come naturale evoluzione del socket 478 e le prime CPU di tale socket erano infatti una leggera rivisitazione dei Pentium 4 presenti su socket 478, mentre le successive sono state basate su un’architettura completamente nuova, l’architettura Core.

Il socket 775 ha occupato il mercato per ben 4 generazioni di CPU, con conseguente evoluzione del chipset, per cui ora faremo un breve escursus sui chipset top di gamma per l’overclock di CPU 775.

I primi chipset di fascia alta furono il P965 ed il 975X, il primo per la fascia mainstream ed il secondo nati per supportare i Pentium 4 (Prescott e Cedar Mill) ma successivamente il supporto fu esteso anche alla prima generazione dell’architettura Core, vale a dire ai processori Conroe.

Overclock CPU Intel di architettura Core

Logo utilizzato da Intel per l’architettura Core. L’overclock CPU Intel 775 è insieme alle CPU Intel LGA1156 e 1366 il più complesso degli ultimi anni

Successivamente, con i processori Conroe, prima incarnazione dell’architettura Core furono introdotti i chipset P35 per la fascia alta e X38 per la fascia extreme. I nuovi chipset offrirono per la prima volta il supporto alle memorie DDR3 ed estesero le frequenze massime raggiungibili su memorie DDR2.

Con l’introduzione dei processori Wolfdale, seconda generazione dell’architettura Core vennero infine introdotti i chipset P45 per la fascia alta e X48 per la fascia extreme.

Ovviamente non abbiamo menzionato la pletora di chipset presenti su 775, dove è anche possibile effettuare un overclock della propria CPU, seppure in maniera più limitata, come ad esempio i chipset G31-G33 che non sono altro che versioni con grafica integrata del P35 e con alcune funzionalità a livello BIOS in meno o i vari chipset VIA con memorie DDR1 e slot AGP.

Overclock CPU Intel LGA775: Pentium 4, Core 2 Duo e Core 2 Quad

Come oggi, il moltiplicatore sbloccato verso l’alto era appannaggio dei processori di fascia extreme (contraddistinti dalla lettera X), tuttavia i bus PCI-E, SATA e dele varie periferiche erano indipendenti dal bus di sistema facendo in modo che fosse possibile l’overclock di ogni CPU 775.

Per un overclock daily e senza voler smanettare troppo, è necessario tenere sotto controllo pochi parametri: frequenza CPU, frequenza FSB, voltaggio CPU (Vcore), voltaggio Northbridge, frequenza RAM e voltaggio RAM.

Di conseguenza per trovare un overclock stabile per la propria CPU 775 è necessario alzare a poco a poco la frequenza dell’FSB e testare di volta in volta la stabilità del sistema, qualora si presentasse una instabilità è conveniente testare caso per caso quale sia il componente che dà problemi. Se la frequenza delle RAM è alta è probabile che il chipset sia in difficoltà, essendo l’IMC integrato nel chipset, per cui un aumento della tensione del northbridge potrebbe risolvere. Gli errori dovuti ad instabilità sono tuttavia da valutare caso per caso, analizzando l’errore restituito dalla BSOD. Pertanto, prima di procedere all’overclock della propria CPU 775 consigliamo di trovare il limite delle proprie RAM e della propria motherboard verificando, qualora non si fosse sicuri, i record di frequenza su HWBot in modo da avere una stima di quello che i propri componenti possono fare. Altra cosa da tenere presente è lo strap, vale a dire il moltiplicatore che intercorre tra FSB e frequenza delle RAM. Consigliamo di cambiarlo nel la scheda madre facesse fatica a salire.

Per la piattaforma 775 consigliamo di mantere i valori di voltaggio e temperature entro i seguenti limiti:

Prescott e Cedar Mill

Vcore max = 1.60 V;

Tmax = 70 °C;

Conroe

Vcore max = 1.50 V per i dual core, 1.42 V per i quad core;

Tmax = 60 °C;

Wolfdale

Vcore max = 1.40 V per i dualcore, 1.35 V per i quad core;

Tmax = 72 °C;

V RAM = dipende dal chip, alcuni reggono anche fino a 2.6 V senza problemi, ma in generale conviene rimanere sotto i 2.2 V.

Qualora si volesse eseguire un lavoro più certosino consigliamo di tenere in considerazione anche i parametri

CPU FSB Voltage = 1.3-1.4 Volt

Vnb = 1.40 Volt

Vsb = 1.40 Volt

Loadline calibration = enabled

Ricordiamo inoltre che gli Xeon su socket 771 possono essere facilmente adattati al socket 775. Per loro valgono le medesime modalità di overclock.

Indice

Pagina 1: Introduzione e overclock CPU Intel LGA775
Pagina 2: Overclock CPU Intel LGA Clarkdale, Lynnfield e Bloomfield
Pagina 3: Overclock CPU Intel Sandy Bridge ed Ivy bridge
Pagina 4: Overclock CPU Intel Haswell, Devil’s Canyon e Broadwell
Pagina 5: Overclock CPU Intel Skylake e Kaby Lake
Pagina 6: Alcuni programmi utili e conclusioni

 

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi