DSL-3782
DSL 3682, nuovo modem AC750 per la fascia media da D-link.
27 Aprile 2017
Asus GTX 1060 Strix 6G, la piccola che tira fuori gli artigli
7 Maggio 2017

Zenfone 3 Max, mai più con la batteria a terra grazie ad Asus

Recensione dell'Asus Zenfone 3 Max

Recensione dell'Asus Zenfone 3 Max, un dispositivo progettato per offrire all'utente finale il massimo dell'autonomia.

Impressioni d’uso

Produttività

Lo Zenfone 3 Max riesce a gestire agilmente file excel di dimensioni generose e a manipolarne i dati. Tuttavia l’apertura dei files richiede un tempo piuttosto lungo e ciò può incidere negativamente sulla produttività

Gaming

In gaming lo Zenfone 3 Max non se la cava affatto male, riuscendo a gestire senza alcun problema sessioni di Asphalt 8 e Real Racing 3, anche con diverse applicazioni in background ad occupare memoria RAM.

Presente anche in questo caso l’applicazione Game Genie, che permette di effettuare una pulizia rapida della RAM, oppure registrare sessioni di gaming e archiviarle o trasmetterle in diretta.

C’è da dire però che il dispositivo durante l’utilizzo intenso, quale può essere una sessione di gaming, tende a surriscaldarsi, per cui sconsigliamo di dedicarsi a sessioni di gaming 3D con temperatura ambiente superiore ai 25-30°C, al fine di preservare il più possibile la batteria del dispositivo.

Fotocamera

La prestazioni della fotocamera non fanno certo gridare al miracolo, considerando la fascia di prezzo in cui è collocato lo Zenfone 3 Max, tuttavia hanno superato le nostre aspettative:
il livello di dettaglio delle immagini non è elevato, tuttavia, a distanze ravvicinate e utilizzando il flash la situazione migliora notevolmente.
L’HDR non è automatico, come per il modello superiore, ma ad ogni modo impostando la modalità HDR Pro, si ottengono buoni risultati.
Per quanto riguarda le possibili modalità di scatto bisogna far presente che manca la modalità manuale, mentre ritroviamo le modalità luce bassa, HDR, risoluzione super e modalità notte.

Di seguito alcuni esempi di scatto.

 

Autonomia e tempi di ricarica

Veniamo ora alla caratteristica che più interessa lo Zenfone 3 Max, vale a dire l’autonomia e il tempo di ricarica. L’autonomia di un dispositivo è un parametro molto variabile, perché ovviamente dipende dall’utilizzo, abbiamo quindi cercato di riprodurre diverse situazioni.
Ad ogni modo abbiamo potuto osservare un’autonomia che permette di coprire un arco di tempo che va da una giornata e tre quarti e quindi un periodo di circa 26 ore, fino a terminare la seconda giornata di utilizzo con una carica residua pari al 10% per un utilizzo complessivo pari a 32 ore.
Nel primo caso abbiamo utilizzato più intensamente il dispositivo, affidandoci spesso alla connessione dati e dedicandoci a sessioni di gaming, mentre nel secondo caso abbiamo preferito sfruttare la connessione Wi-Fi per il web browsing e la visualizzazione di video.

Per quanto riguarda il tempo di ricarica questo si attesta su un periodo di circa quattro ore con caricatore originale, tuttavia dopo due ore e mezza si ha già una carica sufficiente ad affrontare un’intera giornata lavorativa.

Display e luminosità

Asus dichiara un valore pari a 400 nits per la luminosità massima del display, valore che permette di visualizzare i contenuti anche all’aperto in giornate soleggiate. Sotto esposizione diretta del sole è possibile riscontrare qualche difficoltà nella visualizzazione delle immagini, mentre la lettura di documenti non mostra particolari problemi.

Comparto audio

La scelta di posizionare lo speaker sul retro penalizza la riproduzione audio nel momento in cui lo smartphone viene appoggiato con il dorso su una qualsiasi superficie.
L’altoparlante non gracchia neanche al massimo del volume e risulta sufficiente all’aperto in una strada mediamente trafficata.
Per quanto riguarda la qualità del suono, durante l’ascolto è possibile notare un’importante mancanza delle frequenze basse, problema che diviene trascurabile con l’utilizzo degli auricolari

Indice

Pagina 1 – Introduzione
Pagina 2 – Unboxing
Pagina 3 – Benchmark sintetici
Pagina 4 – Impressioni d’uso
Pagina 5 – Conclusioni

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi