Goodram-logo
GOODRAM PX400, ecco i nuovi SSD con 3D Nand ed M.2
31 agosto 2018

Recensione Xiaomi Redmi Note 5: il bestbuy indiscusso del momento

Dal 24 maggio 2018 è finalmente possibile acquistare prodotti Xiaomi, grazie alla presenza di negozi fisici sul territorio nazionale. Nella recensione odierna ci occuperemo del Redmi Note 5, un terminale sicuramente dalle caratteristiche interessanti.

Xiaomi Redmi Note 5 – Overview

Come anticipato, il Redmi Note 5 è uno smartphone particolarmente interessante grazie al suo elevato rapporto qualità/prezzo. È disponibile nelle colorazioni Lake Blue, Oro e Nero. Le prime due presentano il pannello frontale di colore bianco, mentre l’ultima è totalmente nera.

Lo smartphone è alto 158,6mm, largo 75,4mm e spesso 8,05mm per un peso di 181g ed un display da 5.99, caratteristiche che lo rendono in linea con altri terminali di fascia media.

Caratteristiche tecniche

Passando alle caratteristiche tecniche, il SoC è uno Snapdragon 636 (un octa-core Kryo 260 costruito a 14 nanometri da 1.8 GHz) mentre la GPU è l’Adreno 509.

Lo Xiaomi Redmi Note 5 è disponibile in due versioni, rispettivamente da 32GB eMMC 5.1 e 3GB di RAM LPDDR4X oppure 4/64GB del medesimo tipo, con la possibilità di espandere ulteriormente lo storage tramite MicroSD.

Come anticipato il display è da 5.99″ ed è un LCD IPS in formato 18:9 FHD+, con una densità di 403 PPI e una copertura dell’84% della gamma colori NTSC, il tutto contornato da un vetro Gorilla Glass antiriflesso.

La fotocamera principale è da 12MP con apertura f/1.9 e pixel da 1,4µm, supporta l’HDR e l’autofocus PDAF, mentre la secondaria che serve da supporto alla primaria è da 5MP con apertura f/2.0 e pixel da 1,12µm con Flash è single-tone. Infine la fotocamera frontale è da 13MP con apertura f/2.0 e pixel da 1,12µm.

La batteria è da ben 4000mAh e supporta la carica rapida di Qualcomm QC2.0 a 5V/2A.

Il tutto completato da un parco connettività, sensori e dispositivi di localizzazione che comprende rispettivamente:

  • Bluetooth 5.0, Wi-Fi dual-band, Wi-Fi Display, Wi-Fi Direct e slot Dual-SIM;
  • Bussola, Accelerometro, Sensore di prossimità/luminosità, Giroscopio, Hall sensor e Infrarossi;
  •  GPS, AGPS, GLONASS e Localizzazione BeiDou.

 

Interfaccia

L’interfaccia del Redmi Note 5 è la MIUI 9  (la 9.6.4.0 Global per la precisione) basata su Android Oreo 8.1 con patch di sicurezza aggiornate ad Agosto 2018.

È un’interfaccia che punta alla velocità e semplicità d’utilizzo. I colori di questa interfaccia ponderano sul chiaro e le animazioni di sistema presenti ovunque la rendono gradevole e mai pesante alla vista.

Non manca la cura per i dettagli e una miriade di impostazioni organizzate bene, facili da trovare e funzionali.

Tuttavia la MIUI 9 non è esente da difetti: purtroppo in qualche applicazione preinstallata è presente la pubblicità, non è invasiva fortunatamente, lo store dei temi in Italia è scarno per via di alcuni adattamenti che Xiaomi deve applicare per poter vendere in Italia, e che secondo la casa produttrice non tarderanno ad arrivare. Situazione analoga per il riconoscimento facciale: attualmente sono presenti solo due temi preinstallati.

Riguardo la fluidità del sistema è presente qualche sporadico lag e qualche incertezza nell’apertura della fotocamera. Verrà probabilmente risolto con la MIUI 10, la nuova interfaccia che arriverà a breve su questo dispositivo portando molte novità e integrando l’intelligenza artificiale.

Indice

Pagina 1: Introduzione
Pagina 2: Unboxing
Pagina 3: Benchmark
Pagina 4: Impressioni d’uso
Pagina 5: Conclusioni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi