Recensione della scheda di fascia alta ROG Strix X470-F Gaming
ROG Strix X470-F Gaming: per giocare con Ryzen
24 Aprile 2019
Recensione Raijintek Arcadia II
Arcadia II è il case best buy entry level che stiamo cercando
19 Maggio 2020

Fritz!Repeater 2400: per l’estensione wireless definitiva

Recensione Fritz!Repeater 2400

Test e impressioni d’uso

Configurazione Fritz!Repeater 2400

La configurazione del prodotto è di una semplicità estrema, tramite pulsante WPS il ripetitore si connette al router principale configurandosi automaticamente come bridge wireless e in modalità rete Mesh.

Tuttavia anche se non si avesse la possibilità di connettersi tramite WPS non vi sono particolari difficoltà; sarà necessario collegarsi via Wi-Fi e recarsi all’indirizzo http://fritz.repeater dove andrà impostata una password di accesso e semplicemente selezionare le reti che si vogliono ampliare. Va inoltre ricordato che il ripetitore può funzionare in modalità cross band repeating, vale a dire trasmettendo al router i dati con la banda alternativa a quella utilizzata per la connessione al dispositivo in uso.

Una volta configurato, l’interfaccia del Fritz!Repeater 2400 è abbastanza completa, è possibile scegliere se forzare il Cross Repeating Band, lasciare decidere al Q9986 quale banda utilizzare per ritrasmettere o disabilitare questa funzionalità.

Dalla sezione rete è possibile controllare o vari dispositivi connessi alla rete, che siano connessi al Fritz!Repeater 2400 o al router principale, dalla sezione wireless si può modificare il l’SSID del ripetitore se non si vuole utilizzare la rete mesh o se si vuole impostare accesso ospite e mettere un timer per il Wi-Fi. Infine dalla sezione sistema oltre a varie pagine di monitor è possibile impostare un servizio di notifiche push sia per quanto riguarda l’ecosistema Fritz! che per quanto riguarda la rete domestica.

Infine dalla sezione sistema è possibile disabilitare permanentemente i LED, anche se riavvii ed altri eventi importanti verranno ugualmente segnalati tramite LED, e dalla sezione wireless è possibile impostare un timer per disabilitare una o entrambe le reti in un determinato orario della giornata.

Copertura

Nella tabella di seguito sono riportati i valori di intensità del segnale misurati in dBm:

Distanza e ostacoliIntensità 2.4 GHz (dBm)Intensità 5 GHz (dBm)
1 m-35-25
3 m e 1 parete (back)-75-69
6 m e 2 pareti (back)-75-82
3 m e 1 solaio-61-75
6 m e 1 solaio-76-78
7 m e 2 solai-72 
9 m e 2 solai e 1 parete-84-89
6 m e 2 pareti (front)-74-74
Intensità del segnale in dBm, a valori più alti corrisponde un’intensità più elevata.

L’appartamento in cui viene recensito il ripetitore ha un’estensione di circa 110 mq e si articola su 3 livelli. Notiamo come la copertura sia esaustiva sostanzialmente in ogni punto della casa e con gli ostacoli più disparati. Per quanto riguarda la banda 2.4 GHz essa permette di riprodurre video in 4K in streaming fino a che l’intensità si mantiene entro i -60 dBm, Al di sotto di tale soglia è necessario “accontentarsi” del solo FullHD. Al di sotto di -80 dBm la riproduzione in FullHD non è sempre fluida e bisogna limitarsi alla chat o al web browsing. Passando alla banda 5 GHz il comportamento è tutto sommato analogo alla banda 2.4 GHz, ma ovviamente decade più rapidamente, per cui per sfruttarla appieno è consigliabile trovarsi con solo un ostacolo tra il dispositivo e il ripetitore.

Velocità di trasferimento

I test di velocità vengono effettuati trasferendo una cartella delle dimensioni di circa 1 GB (1,04 GB) tra due ramdisk per eliminare qualsiasi problema legato alla latenza di lettura/scrittura del dispositivo di archiviazione.

Abbiamo già anticipato nell’introduzione la presenza di chip di primissimo livello per quanto riguarda il trasferimento dei dati, tuttavia c’è da considerare che il Fritz!Repeater 2400 sfrutta una parte della banda passante per la funzione di bridging e inoltre, sfortunatamente, il router al quale è agganciato il ripetitore al momento della recensione e i dongle utilizzati sono Mu-Mimo 2×2, conformi allo standard AC1200.

Modalità di connessioneVelocità banda 2.4 GHz (Mbps)Velocità banda 5 GHz (Mbps)
Nessun ostacolo91117
Una parete6491
LAN178237
Velocità di trasferimento del Fritz!Repeater 2400

Durante i test il Fritz!Wlan 2400 è rimasto connesso al router principale con una velocità di 520 Mbit/s, con un solaio a fare da ostacolo. Alla luce di ciò ci aspettiamo una velocità della banda 5 GHz pari a circa un quarto della velocità massima teorica. Nel caso “senza ostacoli” entrambi i pc si trovavano ad una distanza di circa un metro dal ripetitore, mentre nel caso “una parete” il primo pc si trovava a circa un metro di distanza ed il secondo a circa 4 metri di distanza dal ripetitore.

Analizzando i datinotiamo quindi una buona efficienza delle antenne a 5 GHz, ma non possiamo non notare come l’aumento di velocità rispetto alla banda a 2.4 GHz sia tutto sommato risicato. Collegando uno dei due computer tramite LAN al ripetitore la velocità di trasferimento raddoppia sia per la banda a 5 GHz che per la banda a 2.4 GHz, come atteso.

Infine è interessante notare come l’abbassamento della velocità dato dall’aumento della distanza risulti tutto sommato contenuto.

Grazie alla tecnologia Mu-Mimo il ripetitore è perfettamente in grado di gestire più dispositivi connessi impegnati in attività di streaming.

Conclusioni

Arrivati alla fine della recensione del Fritz!Repeater 2400 è il momento di tirare le somme. Il ripetitore ha una copertura che si può definire eccellente. Riguardo il trasferimento dei dati, per essere sfruttato appieno questo deve essere necessariamente collegato via LAN o ad un router dotato di Mu-Mimo 4×4.

Considerando che il prodotto si rivolge alla fascia enthusiast del mercato ad un prezzo di 90 €, viste le funzionalità offerte, la versatilità del prodotto, e la semplicità di configurazione, non possiamo che assegnare un voto di 9.5 e la nostra golden award.

Golden award da parte di HwOverdrive per il Noctua NH-D15

Pagina 1: Introduzione e Unboxing

Pagina 2: Test, benchmark e conclusioni

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi