Copertina per presentazione chromax black
La linea Chromax Black di Noctua si arricchisce di nuovi dissipatori
29 Ottobre 2020
Copertina per la recensione di Assasin's Creed Valhalla
Assassin’s Creed Valhalla: la new entry di Ubisoft
13 Novembre 2020

Cryorig C1: dissipatore top down anche per CPU calde

Impressioni d’uso Cryorig C1

A causa delle dimensioni ridotte, non ci aspettiamo prestazioni eccezionali dal Cryorig C1. Inoltre essendo l’unico dissipatore di tipo top-down disponibile al momento del test, non lo abbiamo comparato con nessun altro modello testato in precedenza.
Come al solito, il dissipatore è stato testato secondo la nostra metodologia di test.

Temperatura alla base del Cryorig C1

Come si può notare dai grafici, stavolta sono riportate in maniera congiunta sia le prestazioni con ventola a @12V che con ventola @9V. Notiamo come il Cryorig C1 riesca a gestire in maniera egregia carichi fino a 200 W, ben oltre oltre i 140 W dichiarati da Cryorig, anche volendo considerare un ambiente particolarmente caldo.  Tuttavia, oltre tale potenza il dissipatore collassa e a 250 W di carico si toccano temperature superiori ai 90°C, che nel caso specifico corrispondono a ΔT superiori ai 70°C. Pertanto abbiamo deciso di non riportare questo dato nei grafici. L’Arctic F12 montata ha come atteso prestazioni intermedie tra la XT140 @12V e la XT140 @9V, semplicemente perché non riesce a coprire correttamente tutta la superficie dissipante, nonostante i fori di montaggio corrispondano.

Notiamo anche come la ventola @9V presenti uno scarto di soli 2°C, rispetto all’alimentazione @12V, segno dell’ottimo lavoro svolto da Cryorig.

Grafico DeltaT vs potenza delle alette del Cryorig C1

Notiamo poi come anche la temperatura delle alette segua un andamento tutto sommato analogo a quello della base, fatta eccezione per il punto dei 150 W di carico che ha un andamento anomalo.

Recupero termico del Cryorig C1.

Passando al recupero termico, il Cryorig C1 è in grado ti tornare ad una situazione di riposo in tre minuti e mezzo, tempo decisamente buono. Tempo che si allunga di trenta secondi se si riduce la tensione di alimentazione della ventola e di oltre un minuto con la Arctic F12.

Giungiamo infine al capitolo relativo alla rumorosità: con una tensione di alimentazione di 12V, misuriamo una pressione sonora di 39,1 dBa a 50cm di distanza dalla ventola e 36,3 dBa ad un metro di distanza. La ventola non è quindi silenziosissima, ma posta in un sistema dotato anch’esso di ventole non dovrebbe creare troppi problemi.

Tuttavia, se si vuole ottenere una maggiore silenziosità, si può ridurre la tensione della ventola senza sacrificare eccessivamente le prestazioni termiche. In questo caso misuriamo 35,3 dBa a 50 cm di distanza dalla ventola e 34,2 dBa ad un metro di distanza, valori di estrema silenziosità.

Conclusioni Cryorig C1

Il Cryorig C1 come visto non si propone di offrire prestazioni stratosferiche dal punto di vista termico, ma di ridurre la temperatura della nostra CPU in build micro-ATX o mini-ITX rispetto ad un dissipatore stock. Rispetta il suo compito? Decisamente sì.

Il dissipatore viene venduto ad un prezzo di circa 65€ e potrebbe essere ancora più interessante ad una decina di euro in meno. Tuttavia intorno ai 50 € troviamo il Noctua NH-L12S, che sicuramente offre prestazioni inferiori.

Pertanto, viste le prestazioni, visto il bundle, vista la semplicità di montaggio e visto il prezzo assegnamo un voto di 8.0 su 10 e la nostra silver award.

Pagina 1: Introduzione ed unboxing
Pagina 2: Impresisoni d’uso e conclusioni

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi