NH-D15 Chromax Black: è ancora il migliore?
15 Novembre 2020
Gelid Slim Silence AM4: dissipatore ultracompatto per case mini
13 Febbraio 2021

Nuovo PC last minute? Come avere il top risparmiando

Image credit to Martin Katler

Siete alla ricerca di un nuovo PC ma avete dei dubbi? Cercherò di spiegare in modo semplice e comprensibile come funzionano i componenti e cosa può essere veramente utile cercare in un nuovo PC, nonostante questo non sia uno dei momenti migliori per costruirvi o acquistare un nuovo PC. Le scorte di molti componenti sono basse e i prezzi di alcuni sono molto gonfiati.

Ignorando questo dettaglio proseguiamo con un’introduzione componente per componente.


Processore o CPU

Essendo il cervello del PC la maggior parte degli utenti pensa che abbia bisogno della migliore CPU in commercio, nonostante spesso non sia affatto necessario.

Immagine di un ryzen 5 3600, ottima scelta per un nuovo PC.
In figura un Ryzen 5 3600, spesso acquistato per un nuovo PC

Cosa sapere prima di scegliere un processore:

  • La frequenza non è un valore assoluto, i GHz non indicano la potenza di un processore ma il numero di operazioni al secondo 1GHz = 1.000.000.000 di operazioni
  • La frequenza tra generazioni differenti e tra Intel e AMD non è comparabile a causa dell’IPC (Instruction Per Clock). A parità di frequenza maggiore è l’IPC, più potente è il processore.
  • Più core non danno per forza più prestazioni, non tutti i programmi sono in grado di sfruttare più core e se ci provano in alcuni casi vanno anche peggio.
  • Non tutti i core dei processori sono uguali, ci sono core puri e core virtuali. Ad esempio la dicitura 4/4 indica 4 core fisici, mentre la dicitura 4/8 indica 4 cores fisici + 4 virtuali

Consigli CPU per un nuovo PC

Per l’assemblaggio di un nuovo PC anche un Ryzen 3 3100 può essere un processore più che sufficiente se non si devono fare lavori particolarmente pesanti (ad esempio visione film e lavoro d’ufficio).
Gli aspetti positivi di una CPU AMD sono principalmente i consumi davvero contenuti e le temperature basse che ne conseguono.

Al momento della scrittura di quest’articolo, questo segmento di mercato ha tuttavia poca disponibilità, vale a dire che i pochi esemplari disponibili all’acquisto sono spesso sovraprezzati (oltre 110 € sconsigliamo l’acquisto), pertanto si può ripiegare su CPU Intel come I3-10100F se si vuole rimanere nell’ambito home/office o I5-10400F se si vuole puntare anche a fare un po’ di gaming, visto che anche il Ryzen 5 3600 è a prezzi astronomici rispetto al suo corretto prezzo di mercato.

Per quanto riguarda le differenze tra AMD e Intel, queste sono veramente basse nell’ambito gaming già in FullHD, mentre per quanto riguarda l’ambito del rendering a parità di prezzo AMD risulta offrire prestazioni generalmente migliori.

Dissipatore CPU

Il dissipatore aftermarket della CPU è un componente spesso sottovalutato, ma in maniera particolare per i processori Intel attuali è necessario se si vuole evitare che la propria CPU muoia prematuramente negli scenari peggiori.

Vi sono due tipologie di dissipatori: ad aria o a liquido. I primi possono essere ulteriormente divisi in ulteriori categorie a seconda dell’utilizzo (torre singola, doppia torre, top down) mentre gli ultimi si dividono ulteriormente in AIO (All In One, impianti a liquido prefabbricati dal produttore) o custom, in cui è l’utente finale a scegliere tutti i componenti dell’impianto e con prestazioni che possono superare quelle degli AIO. In questo articolo noi ci occuperemo di dissipatori ad aria ed AIO.

Un dissipatore ad aria è sicuramente molto più ingombrante e può presentare problemi di compatibilità con RAM high profile, ma ha un affidabilità superiore non necessitando di manutenzione, uno dei migliori in circolazione dal punto di vista delle performance termiche e acustiche è probabilmente il Noctua NH-D15 di cui abbiamo già parlato.

Passando ai dissipatori a liquido questi offrono generalmente prestazioni termiche superiori a parità di prestazioni acustiche e necessitano di un tempo maggiore per raggiungere il massimo della temperatura. Il motivo è banalmente legato al calore specifico dell’acqua enormemente superiore a quello dell’aria.
Tuttavia dopo qualche anno è possibile che un AIO debba essere sostituito, a causa di perdite dell’impianto o guasti alla pompa.

Consigli dissipatore per un nuovo PC

Il minimo che mi sento di consigliare per quanto riguarda i dissipatori ad aria è il GELID Phantom un dissipatore dalle buone (se non ottime) prestazioni termiche ma che sacrifica in maniera estrema l’aspetto delle prestazioni acustiche (ventole rumorose a 12V per offrire il massimo delle performances), se invece si vuole puntare al top il consiglio ricade sul Noctua NH-D15.

Per quanto riguarda i dissipatori a liquido su CPU basate su AM4 mi sento di consigliare ARCTIC Liquid Freezer II per via della ventola che aiuta nella dissipazione della zona circostante la CPU.
Viene venduto in vari formati 120,240,360 con ventole da 120mm e 280,420 con ventole da 140mm, anche se il 360 è difficile da reperire.

RAM

Alcune delle persone con cui ho parlato pensano che maggiore è la quantità di RAM a disposizione, maggiori sono le prestazioni del proprio PC. Questa affermazione è vera solo se la RAM la si sfrutta, altrimenti risulta chiaramente falsa.

La RAM (Random Access Memory) è il componente dove vengono immagazzinate le informazioni dei programmi in esecuzione, quando il PC viene spento la RAM perde tutte le sue informazioni. Come per la CPU, la RAM ha una certa frequenza operativa e più è alta, più veloce è il collegamento con i vari componenti, quindi meglio se possibile prendere quelle a frequenza più alta.

Insomma se non si utilizza avere 16 o 128 GB cambia poco, quello che può fare la differenza soprattutto per chi gioca è la frequenza operativa, a parità di latenza.

Formati atipici come 12 o 24GB di RAM sono generalmente solo fumo negli occhi, perché facilmente si perde la funzionalità dual-channel con conseguente calo delle prestazioni.

Non è questa la sede adatta per discutere in maniera approfondita come funzionano i timings delle RAM, tutto quello che possiamo dire è che minore è il loro valore, leggermente migliori sono le performances.

Consigli RAM per un nuovo pc

Nella maggior parte dei casi 16GB sono più che sufficienti per tutti (gamers, utenti casual, editors occasionali), per cui consiglio per chi deve assemblare un nuovo PC le Crucial Ballistix (senza LED), oppure nel caso le vorreste con LED RGB consiglio le Crucial Ballistix RGB. Attenzione! Prima di proseguire all’acquisto controllate che sia nel QVL list della vostra scheda madre.

Le RAM sopracitate sono di tutto rispetto e se ben impostate permettono un discreto overclock con conseguente aumento delle prestazioni.

SSD e Hard Disk

Gli SSD e Hard Disk (HDD) sono conosciuti come “memorie di massa”, vale a dire i dispositivi in cui vengono archiviati tutti i dati presenti sul PC.

Buona parte delle persone che conosco lamentano un PC lento o che tende a bloccarsi. Questo è spesso dovuto al fatto che il processore deve attendere che l’HDD legga i dati. Questa operazione nel caso di HDD da 2.5″ o a basso regime di rotazione può richiedere molto tempo.
Il problema si risolve sostituendo il disco primario con un SSD (Solid State Drive) anche con uno di fascia bassa. Per motivi tecnologici (non approfondibili in questa sede) un SSD risulta sempre più veloce di un HDD.

Gli SSD sono anch’essi divisi in diversi formati :

  • SATA che generamente arrivano a massimo 550MB/s in lettura/scrittura e sono installabili da chiunque abbia un attacco SATA nel pc.
  • M.2 che passano i 7000MB/s in lettura nelle versioni più veloci che però necessitano di PCIe 4.0 che non tutti hanno. Verificate sempre la compatibilità della vostra scheda madre con l’SSD che state acquistando.
Un SSD M.2

Consigli SSD per un nuovo PC

Sulla base della mia esperienza personale, per chi cerca un SSD SATA economico ma comunque prestante consiglio i Silicon Power che vengono venduto nei tagli da 256GB, 512GB e 1TB.

Per chi cerca un M.2 i prezzi sono leggermente più alti a fronte però di prestazioni, consiglio i Samsung PCI 3.0 X4 256GB, 512GB e 1TB.

Infine per chi cerca SSD M.2 PCI 4.0 X4 con prestazioni ancora superiori consiglio i Samsung 980 256GB, 512GB e 1TB che sono altrettanto costosi.

Ricordo ancora una volta di controllare prima la compatibilità con questi eultimi.

Consigli Hard Disk per un nuovo PC

Allo stato attuale delle cose sconsiglio l’acquisto di HDD con capacità inferiori ai 2TB per via dell’elevato rapporto €/GB mentre se si sale con la capienza i prezzi salgono in maniera abbastanza lineare.

Si parte quindi con modelli da 2TB Seagate o Western Digital da circa 60€ e si arriva ai modelli più capienti da 8TB a circa 190€.

Scheda video o VGA

La scheda video è il componente che si occupa di elaborare l’output grafico del PC. Chiaramente anche qui la bontà di una scheda video non dipende dalle dimensioni della vRAM, ma da tutta una serie di fattori che per brevità non analizzeremo in questa sede.

L’utente che utilizza il PC prevalentemente un utilizzo 2D, vale a dire per uso office, social network e/o visione di filmati non noterà mai la differenza tra una scheda video integrata, di fascia bassa o di fascia alta, mentre chi utilizza il PC per gaming o sfrutta la propria scheda video per calcoli altamente parallelizzati noterà tale differenza.

Una GeForce RTX è sicuramente una scheda video adatta per un nuovo PC
Ecco come si presenta una scheda video

Consigli GPU o scheda video per un nuovo pc

Per i videogiocatori con PC molto economici consigliabile una 5500XT anche se da 4GB se a prezzi inferiore a 250€.

Se poi si comincia a volere un po’ di prestazioni in più in questo momento si hanno problemi con le disponibilità, alcune schede non si trovano proprio in commercio o sono eccessivamente sovraprezzate come la RTX 3080 a 1300€ invece dei circa 900€ di listino. Pertanto allo stato attuale delle cose non ci sbilanciamo con consigli avventati.

Alimentatore o PSU

L’alimentatore è uno dei componenti più sottovalutato, tante volte ho sentito dire “vabbe ma basta che funziona, non mi frega”. Niente di più sbagliato. Anche questo è un componente estremamente complesso, ma possiamo dire in maniera semplicistica che converte la corrente a 220V della propria abitazione in corrente a basso voltaggio per alimentare i vari componenti del PC.

Non potendo farsi un’idea a priori della bontà dell’alimentatore in base alle caratteristiche, lascio un vademecum sul perché cercare un alimentatore di qualità:

  • È la prima linea di difesa dei componenti contro gli sbalzi di tensione e potrebbe salvare il vostro amato pc. Un alimentatore di bassa qualità eroga corrente di scarsa qualità che a lungo andare può danneggiare i componenti;
  • Pagare di più per avere un’efficienza maggiore significa avere un maggiore risparmio di energia elettrica nel tempo. Ci vorranno anni per tornare in attivo, ma immagino che risparmiare un po’ per volta faccia piacere;
  • Non tutte le case madri sono sincere sul wattaggio, spesso gli alimentatori economici neanche riescono ad erogare i watt che promettono.

Scheda madre

Su questa alcuni utenti fanno lo stesso discorso dell’alimentatore “Vabbe ma basta che funziona, non mi frega”.

Di solito i modelli economici non hanno parti dissipate a differenza di quelle più costose, questo a lungo andare può pregiudicarne la vita, mentre i collegamenti tra i vari componenti di solito sono più soggetti ad interferenze a causa dei minori strati di PCB. Soprattutto se si vuole fare overclock 24/7 si sentirà la differenza.

Consigli scheda madre per un nuovo PC

Qui la scelta non è semplice, dipende innanzitutto dal processore che è stato scelto. Dal punto di vista prestazionale su AM4 se si cerca una scheda economica si può tranquillamente prendere una scheda con chipset B450, mentre se si vuole avere PCIe 4.0 è necessario puntare almeno ad una B550.

Per quanto riguarda il socket Intel LGA1200, dipende dall’utilizzo che si vuole fare del PC. Se si vuole fare overclock è imperativo prenderne una con chipset Z470, viceversa si può ripiegare su una più economica H410.

Risulta difficile consigliare un modello specifico a causa dell’alta variabilità dei prezzi e della moltitudine di modelli. Oltre l’aspetto relativo al chipset è opportuno anche valutare:

  • Il numero di prese 4 pin per le ventole;
  • Il numero di porte e la tipologia di SSD M.2 installabili;
  • Layout;
  • Eventuale dissipazione dei componenti;
  • Fruibilità del BIOS;

Case

La scelta del case è ovviamente personale in base al gusto, tuttavia è bene non lasciarsi abbagliare dalle tante lucine LED che sono presenti in molti modelli. Valutate sempre che ci sia un buon airflow all’interno del case che soddisfi le vostre esigenze di spazio (in particolare se avete VGA molto lunghe).

Schema dell’airflow di un case.

Disclaimer! L’autore e lo staff di HwOverdrive.com non si assumono nessuna responsabilità in caso di acquisti errati e/o incompatibilità tra i vari componenti.
I componenti consigliati sono valutati sulla base del rapporto prestazioni/prezzo di volta in volta. In caso di dubbi non esitate a chiedere.

Ranieri92
Ranieri92
Mi appassionano le novità dell'informatica e il gaming in generale. Mi piace discutere delle cose e conforntarmi con gli altri quindi non esitate a commentare.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi