Copertina Overclock Ryzen
Overclock Ryzen: guida per RAM, BLCK e CPU su Zen 2 e Zen3
17 Febbraio 2021
RX 570 da 4GB convertita in RX 570 da 8GB: si può fare!
14 Marzo 2021

Tranquillo rev.4, la soluzione di Gelid al dissipatore stock

Impressioni d’uso Gelid Tranquillo Rev4

Il Gelid Tranquillo Rev4 oggetto della recensione si colloca nella fascia medio-bassa del mercato con i suoi 29 € di listino. Ci aspettiamo quindi delle prestazioni migliori dei dissipatori stock forniti da Intel e AMD, ma globalmente delle prestazioni non eccezionali. I test sono stati condotti secondo la nostra solita metodologia di test.

Come possiamo vedere dai grafici in effetti le prestazioni sono sensibilmente migliori dello stock Intel 115x e generalmente migliori del Wraith Spire, per cui possiamo già ritenerci soddisfatti del prodotto.

Notiamo inoltre che le prestazioni del Tranquillo rev.4 hanno un andamento lineare fino ad un carico di 200W (oltre 20°C di guadagno rispetto al Wraith spire), mentre a carichi superiori l’andamento delle temperature diventa esponenziale. Il passaggio da lineare ad esponenziale non avviene per il dissipatore stock AMD (probabilmente a causa della struttura priva di heatpipes), che quindi riduce sensibilmente lo svantaggio. Visti i valori di ΔT consigliamo di non montare il Tranquillo rev.4 su processori che debbano sviluppare un carico superiore ai 200W, pena rendere di fatto inutile l’acquisto.

Notiamo inoltre come le curve del Tranquillo a singola ventola e doppia ventola sono sostanzialmente sovrapposte fino a 200W di carico (differenza di circa un grado), segno che la seconda ventola non offre nessun vantaggio concreto in termini prestazionali, ma aumenta solo il rumore prodotto.

Il grafico inerente all’andamento della temperatura delle alette mostra le stesse tre curve più o meno sovrapposte, anche se la transizione da andamento lineare ad esponenziale è spostata verso carichi leggermente più alti.

Passando ad un’alimentazione a 9V il vantaggio del Tranquillo rev.4 sul Wraith Spire aumenta, inoltre stavolta utilizzare due ventole porta dei vantaggi tangibili (circa 3 gradi) a fronte di un aumento della rumorosità più contenuto. Di seguito una tabella che riassume i livelli di rumorosità del dissipatore.

 Rumore @50cm (dBa)Rumore @1 m (dBa)
1 ventola @12V38,436,8
2 ventole @12V40,538,2
1 ventola @9V35,534,9
2 ventole @9V36,735,9
Valori di pressione sonora del Tranquillo rev.4

Confrontando i valori della pressione sonora prodotti con le prestazioni offerte, possiamo concludere che ridurre la tensione di alimentazione non comporta una perdita di prestazioni drammatica, anzi utilizzare due ventole a basso voltaggio può offrire prestazioni termiche paragonabili, risparmiando però sul rumore prodotto.

Passando al recupero termico, le configurazioni con ventole a 12 V finiscono in buona sostanza affiancate, completando il tutto in poco più di 4 minuti, mentre le configurazioni con ventole a 9 volt completano il recupero in quattro minuti e mezzo nel caso della configurazione push-pull e in cinque minuti nell’altro caso. Valori sicuramente non eccezionali, ma in linea con la fascia di prezzo del prodotto.

Conclusioni

Il Gelid Tranquillo rev.4 come evidenziato dai nostri test è perfettamente in grado di offrire delle prestazioni termiche migliori dell’AMD Wraith Spire fino a carichi di 200W ed è meglio dello stock Intel 115x in qualsiasi condizione, coerentemente con il target di riferimento (dubito che chi spende oltre 500€ di CPU la voglia raffreddare con un dissipatore da 29€) . La qualità costruttiva sicuramente non è eccelsa e il sistema di montaggio non si può definire intuitivo, compromessi a cui dobbiamo sottostare per la fascia di prezzo nella quale ci troviamo.

Concludiamo dicendo che il Gelid Tranquillo rev.4 rappresenta una valida alternativa ai dissipatori stock, ma a cui non possiamo assegnare più di 8.5 su 10 e la nostra silver award.

Indice
Pagina 1: Introduzione e unboxing
Pagina 2: Benchmark e conclusioni

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi