Recensione SM950 SPC Gear
SM950: ottima qualità audio ad un prezzo accessibile
27 Marzo 2021
Recensione dello Scythe Fuma 2
Fuma 2: Scythe decisamente non sbaglia un colpo
21 Novembre 2021

Signum SG1X TG RGB: airflow e vetro temperato

Recensione SG1X TG RGB

Il case oggetto della recensione odierna è il Signum SG1X TG RGB prodotto da Silentium PC, giovane azienda polacca. Esso appartiene alla classe di prodotti SG1, che a seconda della denominazione presentano diverse caratteristiche estetiche, come la presenza di pannelli in vetro temperato, ventole ARGB e fattore di forma m-ATX.

Caratteristiche tecniche Signum SG1X TG RGB

Nel caso particolare del Signum SG1X TG RGB, il case si presenta come un mid-tower gaming abbastanza compatto con i pannelli frontale e laterale in vetro temperato, misura 447x216x413 mm (HxWxD) per un peso di circa 5.5 kg. Può accogliere due SSD da 2.5” e presenta due ulteriori slot da 3.5” adattabili a 2.5”. Il Signum SG1X TG RGB supporta schede madri di form factor ATX, m-ATX e mini-ITX, schede video della lunghezza massima di 325 mm e dissipatori CPU con un’altezza massima di 161 cm.

In bundle con il case sono presenti quattro ventole Corona HP RGB da 120 mm ed un controller RGB compatibile con i principali software di controllo RGB (ad eccezione di Biostar vivid LED e Gigabyte RGB Fusion). Tre delle quattro ventole preinstallate sono presenti sul frontale, mentre la ventola rimanente è posizionata in estrazione. Sono inoltre presenti altri due slot sul fondo del case per ventole da 120 mm e due slot sul top del case per ventole da 120 mm o 140 mm. Secondo il produttore, i tre slot presenti sul frontale e i due slot presenti sul top dello SG1X TG RGB possono essere utilizzati per montare dei radiatori rispettivamente da 360 e 240/280 mm, mentre lo slot posteriore può essere utilizzato per un radiatore da 120 mm.

Unboxing Signum SG1X TG RGB

Come di consueto, il case arriva protetto da due supporti di polistirolo ed una busta di polietilene. All’interno dello SG1X TG RGB troviamo (oltre alle ventole), un panno per pulire i pannelli in vetro temperato, delle fascette per il cable management, l’alimentatore del controller RGB e le viti d’ordinanza. Da spento, il case ha un aspetto estremamente sobrio. Il telaio al tatto risulta essere abbastanza solido, ma non saprei dire la tipologia di materiale utilizzato: probabilmente una lega di alluminio.

Come diversi case moderni, lo SG1X TG RGB adotta un design di tipo dual chamber, che separa le componenti che hanno maggiore bisogno di aereazione (blocco scheda madre, CPU e GPU) dalle componenti che ne hanno meno bisogno (storage e PSU). In questo modo si ottiene un airflow più efficiente grazie al ridotto numero di ostacoli.

Sul retro della paratia principale sono presenti diversi occhielli per l’ancoraggio dei vari cavi che facilitano, almeno in linea teorica, l’assemblaggio del PC.

Di seguito alcune foto del case privo di componenti

Come si può vedere, il case presenta una struttura abbastanza ordinata.

Bundle del case

In bundle con il Signum SG1X TG RGB sono presenti le viti, un buzzer, delle fascette per il cable management, un cavo antistatico ed un adattatore per l’alimentazione del controller RGB.

Pagina 1: Introduzione e unboxing
Pagina 2: Impressioni d’uso e conclusioni

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi