Recensione SM950 SPC Gear
SM950: ottima qualità audio ad un prezzo accessibile
27 Marzo 2021
Recensione dello Scythe Fuma 2
Fuma 2: Scythe decisamente non sbaglia un colpo
21 Novembre 2021

Signum SG1X TG RGB: airflow e vetro temperato

Recensione SG1X TG RGB

Impressioni d’uso Signum SG1X TG RGB

La fase di assemblaggio del PC è abbastanza standard, durante il montaggio non si ha la sensazione che manchi spazio all’interno del case. C’è infatti ampio spazio nella parte superiore e posteriore per l’installazione (eventuale) di radiatori da 240/280 e 120 mm. Bisogna invece fare attenzione se si utilizza una VGA particolarmente lunga poiché potrebbe rendere difficoltosa l’installazione di un radiatore da 360 mm sul frontale. L’installazione delle unità di archiviazione da 2.5” mi ha lasciato leggermente perplesso, ma nulla di trascendentale.

SG1X TG RGB con i componenti assemblati
Componenti assemblati nello SG1X TG RGB

Se si vuole acquistare un case della famiglia Signum SG1 consiglio caldamente di utilizzare un alimentatore con pochi cavi o semimodulare in quanto ho avuto qualche difficoltà a posizionare tutti i cavi in eccesso. Come si può vedere, non ho installato tutte le periferiche di archiviazione per meglio gestire i cavi dell’alimentatore, tuttavia dubito che l’utente finale necessiti di due unità da 2.5” e due unità da 3.5”. Infatti, la gabbia per le unità da 3.5” può essere tranquillamente rimossa ottenere una migliore gestione dei cavi. In generale, direi che il cable management che offre lo SG1X TG RGB è di buon livello: risulta abbastanza semplice passare far passare i cavi dell’alimentatore nella sezione anteriore del case per collegarli alla scheda madre e lo stesso vale per i cavi del pannello frontale del case. L’unico neo è rappresentato dalla gestione del cavo EPS: un foro di qualche mm2 più ampio avrebbe permesso sicuramente di far passare il cavo in maniera più semplice.

Analisi airflow

L’airflow dello SG1X TG RGB risulta essere di buon livello considerando le la disposizione delle ventole offerte in bundle. Le tre ventole frontali forniscono aria fresca a tutti i componenti senza ostruzioni, mentre la quarta ventola sul retro espelle l’aria calda. Silentium PC garantisce che il design esagonale (o a nido d’ape) sul frontale sia sufficiente per assicurare un’adeguata portata d’aria al case.

Se si vogliono utilizzare le ventole fornite in bundle rimane poco spazio di manovra: si possono aggiungere due ventole generiche in estrazione nella parte superiore, ma non aggiungerei le due ventole nella parte inferiore che non sarebbero in grado di fornire ulteriore aria fresca ai componenti. L’installazione di un radiatore da 360 mm sul frontale invece prevederà l’utilizzo di ventole con maggiore pressione statica rispetto a quelle fornite in bundle.

Conclusioni

Lo SG1X TG RGB si è rivelato un case di buon livello, con una discreta qualità costruttiva, un buon airflow ed un ottimo bundle, grazie anche alle ventole utilizzate che si sono rivelate molto silenziose in fase di test. Il prezzo del case nel momento in cui scrivo si aggira intorno ai 100 €, che è un prezzo non malvagio se si considera che 4 ventole Corona HP 120 mm costano circa 40 €. Se quindi si vuole acquistare il case con i due pannelli temperati ma si ha intenzione di sostituire le ventole, allora valuterei un case più economico, come il Signum SG1 TG che è sostanzialmente lo stesso prodotto ma con il frontale meshato e soltanto due ventole (non RGB). Se invece non si vogliono apportare modifiche all’airflow del case e il SG1X TG RGB viene incontro ai vostri canoni estetici è sicuramente un prodotto da tenere in considerazione.

Pertanto visto il prezzo, vista la qualità costruttiva, l’estetica e la gestione interna del case, assegnamo un voto di 8.0 su 10 e la nostra silver award.

Pagina 1: Introduzione e unboxing
Pagina 2: Impressioni d’uso e conclusioni

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi