Immagine del Fritz!Box 4060 AX
FRITZ!Box 4060 AX è disponibile per il mercato italiano
18 Gennaio 2022
Recensione HX7280
Jonsbo HX7280: recensione del gigante cinese
2 Aprile 2022

Fara H1M Pro: recensione di un bel mid-tower

Fara H1M Pro vista tre quarti

Recensione del case Fara H1M Pro

Nella recensione di oggi ci occupiamo del case Fara H1M Pro, prodotto di Silverstone che punta alla fascia media del mercato m-ATX. Il case è disponibile in ben cinque versioni differenti aventi tutte la stessa struttura di base.

Caratteristiche tecniche Fara H1M Pro

Il Fara H1M Pro è un case dal formato micro ATX che misura 392x366x210 mm(HxWxD) per un volume complessivo di circa trenta litri. Il case supporta due ventole da 120/140 mm sul frontale, una ventola da 120 mm sul retro e due ventole da 120 mm sul top. Sulla paratia frontale del case è presente una porta USB 3.0 type A, due porte USB 2.0 e i due ingressi da 3.5 mm per l’audio. Il case supporta tre unità da 2.5”, due unità da 3.5” e la maggior parte degli alimentatori ATX: rispettivamente 160mm e 250 mm in presenza ed in assenza della gabbia per gli HDD. Il Fara H1M Pro ha una struttura in acciaio, con la paratia in vetro temperato ed il frontale meshato rimovibile in plastica. Infine, il case supporta le schede madri micro ATX, mini ITX e micro DTX, mentre per quanto riguarda le schede video la scelta dipende dalla presenza o meno delle ventole frontali: al massimo 320 mm in assenza delle ventole.

Fara H1M Pro rendering
Ecco come si presenta il Fara H1M Pro in un rendering prodotto da Silverstone.

Fara H1M Pro vs H1M

Come anticipato sono presenti ben 5 versioni del Fara H1M (Pro). La principale differenza sta nella tipologia di ventole: la versione H1M ha una sola ventola sul retro senza LED, mentre la versione H1M Pro presenta ben tre ventole ARGB preinstallate con tanto di controller in bundle. Entrambe le versioni sono disponibili sia nel colore bianco che nero (verificare a seconda degli shop), mentre la quinta variante è la più basica perché è un H1M con pannello laterale in acciaio e non in vetro temperato.

Un’occhiata da vicino

L’infrastruttura del Fara H1M Pro è presidiata da ben tre filtri antipolvere magnetici. Le tre ventole hanno il codice CC12025M12S e non corrispondono a nessun prodotto sul sito Silverstone. Possiamo ipotizzare che siano delle Air Penetrator 120i con il rotore traslucido: si tratta quindi di ventole con motore Fluid Dynamic Bearing e con una velocità stimata di 1350 rpm a piena potenza. Le tre ventole possono essere controllate soltanto tramite corrente DC, mancano infatti il tachimetro e il controller PWM. Consiglio quindi di ridurne la tensione di alimentazione a circa 9 V per avere un buon compromesso tra airflow e rumore.

Riportiamo di seguito una galleria del Fara H1M Pro

Montaggio componenti

Il montaggio dei componenti principali è proceduto senza troppi problemi. Ho provato a montare una vecchia scheda da più di 30 cm e correttamente non è entrata in presenza delle ventole, per cui ho ripiegato su una più recente RX570. Ho cercato di mettere in crisi il case utilizzando tutti gli slot disponibili per lo storage ed effettivamente non sono riuscito ad avere un buon cable management. Il mio consiglio per avere tutto più ordinato è di utilizzare un solo slot da 2.5” in verticale e se non la utilizzate di rimuovere anche la gabbia per il montaggio dell’HDD da 3.5”. Inoltre, se non fosse possibile rimuovere la gabbia consiglio l’utilizzo di un alimentatore modulare o semimodulare, per ridurre al minimo il numero di cavi da gestire nello spazio ridotto. Come si può vedere nell’immagine sottostante lo spazio non è moltissimo.

Cable management posteriore
La moltitudine di cavi utilizzata e la gabbia per l’HDD ed i due SSD non consentono un cable management davvero efficace.

Correttamente sul top del case sarebbe possibile installare delle ventole da 120 mm, ma non c’è spazio sufficiente per un radiatore da 240 mm.
La parte anteriore del case risulta ad ogni modo abbastanza pulita e gradevole da vedere (nonostante manchino le RAM). Il risultato è una build discretamente sobria quando non è in uso.

Fara H1M Pro montato
La parte anteriore del case nonostante le difficoltà è abbastanza ordinata e gradevole da vedere.

Diamo ora un’occhiata al Fara H1M Pro con le ventole accese:

Come visto anche per il Hydrogon D120 ARGB, Silverstone fornisce delle ventole con un’ottima calibrazione dei colori in termini di vividezza e saturazione. Il dissipatore utilizzato per la build si integra perfettamente all’interno del case sia per resa cromatica che per dimensioni.

Analisi Airflow

Il Fara H1M Pro ha di default un ottimo airflow, grazie alle tre ventole preinstallate ed al frontale meshato; probabilmente non è necessario installare le ventole addizionali sul top. Con una scheda video come quella nelle foto si può tranquillamente pensare di installare un radiatore da 240 mm sul frontale per ottenere migliori temperature sulla CPU. Le medesime considerazioni valgono per il Fara H1M liscio, ma in quel caso sarà necessario inserire almeno una ventola sul frontale, per abbozzare una configurazione push-pull.

Conclusioni recensione Fara H1M Pro

Il Fara H1M (Pro) è un buon prodotto per la fascia media del mercato, grazie ad un’infrastruttura di discreta qualità ed un ottimo airflow. Non possiamo però dire lo stesso della gestione degli spazi all’interno del case che non è risultata eccellente.
Abbiamo già anticipato la presenza di diverse versioni del case: le due versioni Fara H1M sono disponibili sui vari shop online ad un prezzo che varia tra i 60 e gli 80 € nel momento in cui scriviamo: se avete già delle ventole in casa, questa versione del case è un buon acquisto. Viceversa la versione nera del Fara H1M Pro è disponibile ad un prezzo che varia tra gli 80 ed i 100 €: consiglierei l’acquisto soltanto alla prima cifra. La versione Pro bianca del case è disponibile soltanto su Amazon ad un prezzo superiore ai 110 € ed è leggermente sovraprezzata.
Pertanto viste le caratteristiche tecniche e strutturali, l’estetica, l’airflow e il ventaglio di soluzioni offerte assegnamo un voto di 8.5 su 10 e la nostra silver award.

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi