Fara H1M Pro vista tre quarti
Fara H1M Pro: recensione di un bel mid-tower
3 Marzo 2022
Fritz!Box 7530AX: modem router al passo con i tempi
25 Aprile 2022

Jonsbo HX7280: recensione del gigante cinese

Recensione HX7280

Recensione del dissipatore Jonsbo HX7280

Nella recensione odierna ci occuperemo del Jonsbo HX7280, un dissipatore a doppia torre. Jonsbo è una giovane azienda cinese, particolarmente attiva nel mondo del raffreddamento PC e diffusa nei principali mercati mondiali. Tuttavia, è ancora poco conosciuta in Italia.

Caratteristiche tecniche jonsbo HX7280

Il Jonsbo HX7280 è un imponente dissipatore a doppia torre, che misura 160x155x140 (HxWxD) mm per un peso complessivo di 1280 g. Sono presenti 7 heatpipes da 6 mm di diametro, due ventole da 140 mm ed una ventola da 120 mm. Le caratteristiche strutturali indicano che il dissipatore ha tutte le carte in regola per poter offrire le prestazioni termiche dei più noti top di gamma. L’HX7280 è compatibile con i più comuni socket Intel e AMD, anche con LGA 1700 (non segnalato sul sito web del prodotto). Le 56 alette per torre sono in alluminio, ed 8 di esse sono tagliate per consentire una maggiore compatibilità con RAM ad alto profilo, mentre la base è in rame nickelato.

Il dissipatore in presenza della scatola
Ecco come si presenta il HX7280 con la sua scatola

Le tre ventole presenti in bundle sono tutte dotate di motore Fluid Dynamic Bearing e sono accreditate per avere una velocità compresa tra 700 e 1800 rpm. Le due ventole da 140 mm sono progettate per offrire una portata d’aria massima di circa 90 CFM ed una pressione statica di 2.74 mm H2O, mentre la ventola da 120 mm può offrire una portata d’aria di circa 83 CFM ed una pressione statica di 2.68 mm H2O. Nessuna delle tre ventole è riconducibile a quelle vendute da Jonsbo sul loro sito.

Le tre ventole a disposizione del dissipatore
Le ventole presenti in bundle con il HX7280

Bundle

Il bundle del Jonsbo HX7280 è quello tipico di un dissipatore di fascia alta: sono presenti le clip per fissare le ventole, viteria varia, un cavo splitter a tre uscite, due adattatori per 9V, un cacciavite ed un grammo di pasta termica Thermal Grizzly.

Il corredo del HX7280
Il bundle del HX7280

Montaggio HX7280

L’installazione del dissipatore sfrutta un sistema abbastanza semplice (da segnalare un errore di stampa nel manuale del nostro sample che indica un verso sbagliato per il montaggio delle staffe AMD), che si ispira a quelli già visti nelle ultime recensioni. Le dimensioni e il peso dell’heatsink possono rendere il tutto più difficoltoso, per cui consiglio di effettuare il montaggio su un piano orizzontale. Il corpo dissipante presenta una buona solidità e buona smussatura delle alette, tuttavia le clips per il montaggio delle ventole non sono molto flessibili e questo ne complica l’installazione.

Staffe del HX7280
Il montaggio del HX7280 è abbastanza semplice sia su Intel che AMD

Corpo dissipante

Il corpo del Jonsbo HX7280 è altamente simmetrico e presenta 8 alette tagliate per favorire l’installazione di RAM ad alto profilo, tuttavia le OCZ in nostro possesso sono risultate lo stesso troppo alte; si tratta probabilmente di un caso sporadico. La ventola da 120 mm va installata eventualmente sulla torre di destra, per aumentare ulteriormente la compatibilità con le RAM. Secondo Jonsbo infatti, l’HX7280 funziona egregiamente anche con una sola ventola. Noi abbiamo scelto di testarlo sia con tutte le tre ventole montate (come mostrato sul libretto di istruzioni e come suggerito dallo splitter a tre uscite) che con le due ventole da 140 (come mostrato sul sito del produttore).

Sul top del dissipatore sono presenti delle cover che riportano il logo dell’azienda e migliorano l’estetica generale del prodotto, nascondendo le terminazioni delle heatpipes. Le heatpipes sono distribuite in maniera sfalsata, ma garantiscono comunque una copertura omogenea delle torri, come si può vedere dalle varie immagini.

Benchmark HX7280

Prestazioni termiche

Abbiamo testato il Jonsbo HX7280 con la nostra consueta metodologia e lo abbiamo comparato con il Glacier RGB ed il NH-D15 Chromax Black. I risultati sono riportati nei grafici e nelle tabelle sottostanti. Le misure sono state svolte in periodi particolarmente freddi, nonostante i nostri accorgimenti e il condizionatore, la temperatura ha subito diversi sbalzi che si traducono in dati più sporchi del solito.

Il test con alimentazione a 12V mostra che il Jonsbo nella configurazione a tre ventole (linea blu) e a due ventole (linea gialla) sono sostanzialmente appaiati, indicando che almeno per il nostro modo di testare i dissipatori, la terza ventola non offre un reale beneficio, probabilmente avremmo visto uno scarto di qualche grado con tre ventole da 140 mm o se avessimo testato il tutto in un case chiuso. Qualitativamente si nota anche una minore pendenza della curva (maggiore efficienza) del Jonsbo rispetto agli altri due concorrenti, ma nulla di estremo. Entrambe le configurazioni del Jonsbo HX7280 possono gestire un carico termico di 300W senza problemi. Durante il test, le ventole hanno tenuto un regime di rotazione di 1683±27 rpm.

Il test con alimentazione delle ventole a 9V comincia ad mostrare in maniera più netta le differenze tra la configurazione a 3 ventole (linea blu) e la configurazione a 2 ventole (linea gialla) del HX7280. La configurazione con tre ventole offre un vantaggio di circa un grado rispetto alla configurazione a due ventole, e anche in questo caso Il Jonsbo è in grado di gestire i 300W di carico. Durante i test le ventole hanno tenuto un regime di rotazione di 1362±15 rpm.

Infine il test con alimentazione delle ventole a 7V mostra un vantaggio di circa due gradi per la configurazione del HX7280 a tre ventole (linea blu) rispetto alla configurazione a due ventole (linea gialla). Da notare che in quest’ultimo caso l’efficienza della configurazione a due ventole è praticamente identica a quella del NH-D15. Durante i test le ventole hanno tenuto un regime di rotazione di 1018±13 rpm.

Recupero termico

Le misure di recupero termico non ci danno molte informazioni in più rispetto a quanto già non sappiamo e rispecchia tutto sommato le prestazioni termiche del dissipatore. Probabilmente il minor tempo di recupero osservato per la configurazione a due ventole è dovuto ad un flusso d’aria con minori turbolenze. Questo dato suggerisce di favorire la configurazione a due ventole.

AlimentazioneHX7280 3 fansHX7280 2 fansGlacierNH-D15
12V10085165120
9V165110170165
Recupero termico in secondi del HX7280 a diverse tensioni di alimentazione

Prestazioni acustiche

Le prestazioni acustiche del HX7280 non sono esaltanti a causa degli elevati regimi di rotazione delle ventole. In particolare la configurazione con tre ventole (che verrà probabilmente usata da pochi utenti) è molto fastidiosa con alimentazione a 12V ed è necessario scendere a 9V. La configurazione con due ventole è più sopportabile, ma è comunque preferibile utilizzare un’alimentazione a 9V. Tuttavia, entrambe le configurazioni del HX7280 escono sconfitte dal confronto con il sempiterno NH-D15 Chromax Black e dal più modesto Gelid Glacier RGB

DistanzaAlimentazioneHX7280 3 fansHX7280 2 fansGlacierNH-D15
50 cm12V49.547.740.042.4
50 cm9V42.240.436.736.2
50 cm7V37.837.535.634.2
1 m12V46.343.937.638.6
1 m9V39.237.535.535.1
1 m7V36.635.534.834.0
Rumorosità del HX7280 a diverse tensioni di alimentazione e a diverse distanze

Conclusioni review HX7280

Il Jonsbo HX 7280 non è facilmente reperibile in Italia, è tuttavia possibile acquistarlo tramite negozi online esteri, come Aliexpress oppure Newegg. Il prodotto offre prestazioni termiche estremamente competitive, un bundle di ottimo livello (nota di merito per la pasta Thermal Grizzly) ad un prezzo stimato leggermente inferiore ai principali flagship avversari. Trovo anche che l’estetica del prodotto sia più gradevole rispetto al più noto NH-D15 grazie alle cover presenti sulla sommità delle torri ed allineata a quella del Deepcool Assassin III. La rumorosità è un punto dolente del prodotto, ma se si utilizzano due ventole, si può senz’altro trovare un compromesso.
Per cui non possiamo che complimentarci con Jonsbo ed assegnare un voto al suo HX7280 di 9.0/10 e la nostra golden award.

Golden award da parte di HwOverdrive per il Noctua NH-D15

Ringraziamo Jonsbo per il sample fornitoci

Attila Tortorella
Attila Tortorella
Ciao, sono Attila Tortorella e sono uno studente. Traffico con i PC fin da bambino, cosa che mi ha fatto nascere la passione per l'hardware in genere. Alla passione è difficile resistere, per cui sono entrato prima nel team di overclock ed ora faccio parte dello staff di HwOverdrive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi