Deprecated: The behavior of unparenthesized expressions containing both '.' and '+'/'-' will change in PHP 8: '+'/'-' will take a higher precedence in /web/htdocs/www.hwoverdrive.com/home/forum/includes/class_core.php on line 5842

PHP Warning: Use of undefined constant MYSQL_NUM - assumed 'MYSQL_NUM' (this will throw an Error in a future version of PHP) in ..../includes/init.php on line 165

PHP Warning: Use of undefined constant MYSQL_ASSOC - assumed 'MYSQL_ASSOC' (this will throw an Error in a future version of PHP) in ..../includes/init.php on line 165

PHP Warning: Use of undefined constant MYSQL_BOTH - assumed 'MYSQL_BOTH' (this will throw an Error in a future version of PHP) in ..../includes/init.php on line 165

PHP Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in ..../includes/functions_navigation.php on line 588

PHP Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in ..../includes/functions_navigation.php on line 612

PHP Warning: Use of undefined constant archive_postsperpage - assumed 'archive_postsperpage' (this will throw an Error in a future version of PHP) in ..../archive/index.php on line 456
[Guida] - Tutto sulla garanzia [Archivio] - HwOverdrive - Forum

PDA

Visualizza Versione Completa : [Guida] - Tutto sulla garanzia



Dhemon
21st May 2014, 20:42
Ciao a tutti,

Premetto che la guida è riferita al consumatore come persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale ecc. In parole povere, quello di cui parlerò non è rivolto alle aziende o ai professionisti, per i quali si applicano condizioni diverse (tra cui ricordo la garanzia di conformità ridotta a soli 12 mesi).


I soggetti.

I soggetti coinvolti in un rapporto di compravendita di beni e/o servizi sono principalmente tre:

1) Il produttore (produce il bene o il servizio) – esempio: Apple, Samsung, Nokia ecc.
2) Il rivenditore (acquista il bene/servizio per rivenderlo) – esempio: Euronics, Comet, Iper.
3) L’utente finale / consumatore (acquista il bene/servizio per utilizzarlo) – esempio: noi stessi.


Le fonti giuridiche della garanzia.

La garanzia che interessa a noi è la garanzia sui beni di consumo, comunque ci sono altre forme di garanzia previste dalla legge (per esempio le garanzie personali).

La garanzia sui beni di consumo è prevista dal Codice del Consumo (D.Lgs n 206 del 2005), essendoci però alcuni riferimenti anche nel Codice Civile (soprattutto per quanto riguarda le vendite tra privati).

Esistono principalmente due tipi di garanzia: convenzionale e legale.


La garanzia convenzionale (o garanzia commerciale).

La garanzia convenzionale nasce da un contratto (che è appunto una convenzione tra le sue parti). Esempi tipici sono le estensioni di garanzia offerte da tantissimi negozi o dai produttori stessi, oppure le “Protection Plan” come la AppleCare, che garantiscono servizi estesi (come l’assistenza telefonica dedicata e gratuita) e interventi di riparazione molto celeri.

La garanzia convenzionale NON è obbligatoria per legge, ma può essere utile e ci può offrire più tranquillità.

Consiglio: Leggere molto attentamente le condizioni contrattuali prima di acquistare pacchetti di garanzia convenzionale (qualunque sia il loro nome: “Sereni per 5 anni” , “Care Program” ecc.) e valutate se conviene veramente. Spesso ci sono clausole che riducono drasticamente il campo di applicazione, soprattutto col passar del tempo (per intenderci, una garanzia estesa a 5 anni escluderà tante delle parti coperte dal terzo anno in poi).


La garanzia legale.

È la garanzia prevista dalla legge che copre i difetti di conformità. Ha una durata di 24 mesi dalla data di acquisto (12 mesi per le aziende e i professionisti).

La garanzia legale NON è in alcun modo pregiudicata da un'eventuale garanzia convenzionale! Quest’ultima solitamente integra quanto previsto dalla garanzia legale.

Cos’è un difetto / vizio di conformità?

Per difetto / vizio di conformità si intende qualsiasi guasto o malfunzionamento pre-esistente nel bene al momento dell’acquisto, oppure qualsiasi danno o guasto derivato da un difetto pre-esistente. Parliamo quindi di problemi NON imputabili al danneggiamento o alla manomissione da parte del consumatore. Capite quindi che se buttate il vostro portatile dalla finestra, i danni non saranno coperti dalla garanzia.

La denuncia del vizio.

Il vizio deve essere denunciato entro 2 mesi dalla scoperta.

Osservazione importante: Essendo previsto un termine di 2 mesi per la denuncia del vizio di conformità, la garanzia legale ha una durata effettiva di 26 mesi (24 + 2 mesi per la denuncia del vizio). Quindi, se la garanzia di un vostro bene è scaduta da meno di due mesi e si verifica un difetto di conformità, basta dichiarare che tale vizio si è verificato prima dei 24 mesi e siete ancora coperti!

Spesso, dopo la scadenza dei 24 mesi, i rivenditori si rifiutano di effettuare la riparazione. Basta una raccomandata AR (o un messaggio PEC) per ricordare loro che il vizio va denunciato entro 2 mesi, e quindi se non sono passati più di 26 mesi e il vizio si è verificato entro 24 mesi, sono comunque tenuti ad offrire la garanzia legale.

Il vizio di conformità nei primi 6 mesi:

Nei primi sei mesi (8 mesi, tenendo presente i 2 mesi a disposizione per la denuncia) il vizio di conformità è riconosciuto tale dalla legge, salvo prova contraria. L’onere della prova ricade sul rivenditore, che deve dimostrare l’eventuale colpa del consumatore.

Il vizio di conformità dopo i primi 6 mesi:

Dopo i primi 6 mesi (8 mesi…), l’onere della prova ricade sull’acquirente. Tranquilli però, è più che sufficiente l’assenza di elementi incontestabili che provino la manomissione o il danneggiamento imputabili al consumatore.

Chi deve offrire la garanzia legale di conformità?

Molto importante: La garanzia legale di conformità deve essere corrisposta dal rivenditore, il quale può indirizzare il consumatore al produttore solo se questo non comporta sacrifici maggiori in termini di spesa e tempo per il cliente.

ESEMPIO: Se avete acquistato una scheda video che presenta problemi, il rivenditore NON vi può dire “devi contattare il produttore, aprire un ticket RMA e spedirla al centro assistenza”. Tutto questo è compito suo, e lo deve fare a spese proprie!

STUDIO DI CASO: Apple è stata multata due volte (per un totale di 1,1 milioni di euro) dall’Antitrust, perché offriva solo 1 anno di garanzia per i prodotti acquistati sul sito Apple Store, invogliando i clienti all’acquisto dell’AppleCare. In realtà, la AppleCare è una garanzia convenzionale del produttore, ma per i prodotti acquistati su Apple Store l’azienda si comporta da rivenditore ed è quindi tenuta a corrispondere la garanzia legale di 24 mesi.


Domande frequenti, consigli e informazioni importanti!

Devo conservare lo scontrino, la scatola, gli accessori ecc. ?

NO! E ho ricevuto scuse dal direttore di una grande catena di negozi dopo avergli dimostrato di aver ragione.

Non è necessario lo scontrino, basta una prova d’acquisto valida (estratto conto bancario ad esempio). È ovvio però che vi consiglio di conservare lo scontrino e una sua copia (fate sempre una fotocopia degli scontrini stampati su carta termica).

Per la garanzia non dovete conservare scatole, documentazione ed eventuali accessori. Questo vale solo per il diritto di ripensamento (se previsto). Quindi se dovete restituire un prodotto perché NON VI PIACE o perché acquistato ONLINE e avete 10 giorni per il recesso (previsti dalla legge!) dovete fornire la confezione, la documentazione e gli accessori originali. Se invece avete acquistato un prodotto difettoso, il rivenditore lo deve accettare anche senza.

Diritto di recesso e diritto di ripensamento.

Per i prodotti acquistati online avete 10 giorni a disposizione, garantiti dal Codice del Consumo.

Per i prodotti acquistati nei negozi fisici, il venditore non è tenuto a rimborsare o sostituire un prodotto. Tuttavia ogni venditore può stabilire proprie regole (tipo “soddisfatti o rimborsati”) che devono essere esplicitamente previste nel contratto di vendita, oppure devono essere garantite tramite offerte pubblicitarie del prodotto o tramite la promessa del venditore al momento dell’acquisto (consiglio SEMPRE dei testimoni e, ancora meglio, una dichiarazione scritta del venditore).

Può essere limitata la garanzia legale?

No, La garanzia legale è completa (si applica a qualsiasi bene mobile, anche da assemblare e copre tutti i vizi di conformità), gratuita e non rinunciabile né escludibile: sono nulli tutti gli accordi volti ad escluderla o limitarla nella durata o nei contenuti, anche in modo indiretto.

Tutti i costi relativi al ritiro, alla riparazione e alla riconsegna del bene sono a carico del venditore.

Osservazione importante: Alcuni prodotti possono essere venduti senza garanzia se i vizi sono stati esplicitamente specificati dal venditore, e il prodotto stesso viene venduto come non funzionante. Il tal caso, il cliente accetta di acquistare un prodotto i cui vizi sono noti e non permettono il corretto utilizzo dello stesso.

I beni usati sono garantiti?

Sì, se acquistati da un’azienda o da un professionista la garanzia è sempre di 24 mesi, e può essere ridotta a non meno di 12 mesi, solo se esplicitamente previsto nel contratto di vendita.

Il rimedio.

Al consumatore la legge riconosce il diritto a scegliere il rimedio che preferisce, tra riparazione e sostituzione del bene, a meno che il rimedio scelto non sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso per il venditore.

Se il vizio scoperto riguarda la mancanza totale dei requisiti richiesti dal consumatore nel momento dell’acquisto oppure se il prodotto non presenta i requisiti essenziali di un prodotto analogo, il consumatore ha il diritto immediato alla risoluzione del contratto (con la conseguente restituzione del prezzo pagato).

Cosa fare se il prodotto non ha le caratteristiche promesse?

Come detto, se il prodotto è completamente diverso da quanto promesso, si ha il diritto immediato alla risoluzione del contratto. Altrimenti, se il prodotto presenta comunque caratteristiche molto diverse da quelle promesse, si può sempre:
- Restituire il prodotto e ottenere il rimborso.
- Chiedere la sostituzione con un bene “conforme” alle promesse.
- Chiedere un rimborso parziale.

Certo, nel 99% dei casi il rivenditore si rifiuterà. Una lettera raccomandata AR (o un messaggio PEC) vi aiuteranno a convincerlo.

Il rivenditore mi chiede di contattare il produttore per risolvere il problema della garanzia.

Sempre tramite una raccomandata o un messaggio PEC, ricordategli che per legge è il rivenditore quello che deve occuparsi della riparazione (ritirare il bene o mandare un tecnico presso il nostro domicilio, inviare il prodotto al centro assistenza e consegnare il bene al cliente), tutto a spese sue (che poi avrà il diritto di regresso sul produttore – quindi recupererà le spese sostenute, ma sono fatti suoi, il consumatore finale non c’entra niente).

La riparazione dura troppo.

La legge non prevede tempi limite, sancendo solo l’obbligo di rispettare un “congruo termine”. È sempre utile mettere il mora il rivenditore tramite una lettera raccomandata AR (o PEC).
Vi consiglio di stabilire in forma scritta un data entro la quale il prodotto deve essere restituito (usando il buon senso).

Come devo comunicare col rivenditore?

Nel caso in cui il rivenditore è serio e risponde subito alla richiesta di garanzia, prendendo gli opportuni provvedimenti, è sufficiente la comunicazione verbale. Altrimenti, tutte le comunicazioni devono avvenire tramite lettera raccomandata AR oppure tramite messaggi PEC (posta elettronica certificata). Così avrete la prova legale (opponibile a terzi) del fatto che avete agito a difesa dei propri diritti, utile in un eventuale processo.

Usate sempre un linguaggio civile, e dimostrate di conoscere la legge. Facendo gli opportuni collegamenti normativi farete capire al rivenditore che conoscete i propri diritti e quindi non avrà più modo di raccontarvi quella marea di leggende urbane sulla garanzia. È sempre utile rivolgersi anche ad associazioni dei consumatori!

Dove posso trovare i moduli relativi alla garanzia?

Alcuni negozi utilizzano moduli standard (cartacei e/o online) per la richiesta di garanzia. Altrimenti, basta cercare su Google, troverete tutti i moduli utili (richiesta riparazione, messa in mora per ritardo ecc.).

Sono lieto di rispondervi se volete ulteriori chiarimenti.


Spero sia stato utile!

BOMBCAT
29th July 2014, 20:32
nel caso di acquisto di un prodotto con partita iva, la garanzia di tale prodotto è di un anno , sia presso il rivenditore sia presso la casa produttrice del bene ?